Banche cinesi nel mercato brasiliano

16

Il governo brasiliano autorizza le banche cinesi ad operare nel Paese: «La partecipazione straniera fino al 100 % nel capitale da costituire da parte della Commerical Bank of China Ltd è nell’interesse del Brasile», così recita il documento di autorizzazione firmato dal presidente Dilma Roussef.

La Icbc, che intende operare anche in Perù, ha annunciato che nella sua strategia d’espansione rientrano anche partecipazioni in Argentina attraverso la sussidiaria Standard Bank Group. Alla fien del 2010 la Icbc aveva un portafoglio di 259 milioni di clienti privati  e 4,12 milioni di aziende, con 16mila gruppi collegati e 203 sussidiarie in 28 Paesi. Icbc è il più grande gruppo bancario mondiale ed è unodei quattro grandi gruppi di Stato assieme a Bank of China, Agricultural Bank of China e China Construction Bank. Stimolate dalla rapida crescita economica le banche cinesi sono le più vantaggiose per gli investimenti, con un Roe medio 22%, secondo slo a quello indonesiano che ha un Roe del 26%.