BALCANI. Rapporti più stretti tra Russia e Bosnia: Mosca non vuole che entri nella NATO

73

Interni

SLOVENIA
Il Ministero della Difesa di Lubiana, tramite il proprio gruppo di lavoro guidato da Boštjan Šefic, presenta ai sindacati una serie di proposte finalizzate a promuovere la professione del militare e all’acquisizione di nuovo personale tra i giovani. La Slovenia è stata selezionata, insieme ad altri sette Paesi, per ospitare le infrastrutture EURO HPC (High Performance Computing) dell’Unione Europea. Il “supercomputer” sloveno VEGA, il 35° al mondo per potenza computazionale, si occuperà di ricerca finalizzata allo sviluppo di nuove conoscenze e applicazioni in settori come la medicina, la lotta ai cambiamenti climatici, e molto altro ancora.

MONTENEGRO

Vuksanovic Stankovic è l’unica candidata alla leadership del Partito Socialdemocratico montenegrino al congresso che si terrà il 29 giugno a Cetinje. Il Tribunale di Podgorica ha stabilito che l’ex redattore capo di Victory e lo Stato del Montenegro, in quanto proprietario del giornale citato prima, dovranno pagare un risarcimento a Milka Tadic Mijovic e Milena Perovic del settimanale Monitor per insulti e frasi di incitamento a loro rivolte dieci anni fa.

SERBIA
L’Esercito serbo ha installato, grazie ai propri ingegneri, un ponte meccanizzato nel villaggio di Sirca, che permetterà alle numerose famiglie della zona di essere di nuovo collegate con il resto del Paese dopo l’isolamento dovuto ai disastri naturali che hanno interessato quel luogo.

KOSOVO
L’ambasciatore statunitense in Kosovo Philip Kosnett ha chiesto, dopo aver ottenuto il licenziamento del criminale di guerra Sylejman Selimi, l’allontanamento di Rrstem Mustafa, accusato anch’esso di crimini di guerra e attualmente impiegato nell’ufficio di presidenza di Thaci.

ALBANIA
Il Vice Segretario di Stato Matthew Palmer ha inviato, durante un’intervista, un messaggio diretto ai leader dell’opposizione albanese, avvertendoli che li considererà responsabili in caso di atti di violenza durante le manifestazioni in Albania. In merito alle proposte, il Vice Direttore generale della polizia di Stato Aida Hajnaj ha affermato di aver ricevuto informazioni preoccupanti in merito alle mobilitazioni di oggi.

MACEDONIA DEL NORD
Il Presidente della Repubblica della Macedonia del Nord Stevo Pendarovski supporta la riforma del sistema elettorale proposta da diversi partiti, sia della maggioranza che dell’opposizione. L’iniziativa prevede la creazione di un sistema elettorale proporzionale con liste aperte e con una riduzione dei distretti elettorali. Oggi il leader del Partito Democratico per l’Unità Nazionale Macedone Naum Stoilkovski ha dichiarato, durante una conferenza stampa, che la data di avvio dei negoziati della Macedonia del Nord con l’UE non avverrà entro quest’anno a causa dell’azione discutibile di Zoran Zaev. 

Esteri

BOSNIA ED ERZEGOVINA
Il Presidente serbo della Bosnia ed Erzegovina Milorad Dodik ha affermato che le relazioni tra la Russia e la Repubblica Srpska si stanno sviluppando in molti settori, principalmente in ambito politico ed economico. Sebbene la Federazione Russa continui a difendere i termini degli accordi di Dayton, Mosca ha deciso di stringere sempre di più i suoi legami con i serbi della Bosnia. Questo atteggiamento è probabilmente finalizzato a disincentivare i bosniaci ad entrare nella NATO. In merito a quest’ultima questione, si è espresso il Presidente del Partito d’Azione Democratica (SDA) Bakir Izetbegovic che vorrebbe portare il Paese nella NATO, aggirando addirittura il Consiglio dei Ministri presentando unilateralmente la proposta di adesione tramite il Ministro della Difesa o degli Esteri.     

SERBIA
Il Presidente Vučić ha discusso con la Cancelliera Merkel sulle relazioni bilaterali tra i due paesi e della situazione nella regione dei Balcani occidentali.

KOSOVO
Il Capo dell’intelligence militare irachena Saad Mezher al-Alaq ha dichiarato che tra i jihadisti presenti nel suo Paese ci sono anche cittadini di origine kosovara.

Economia

CROAZIA
Il primo Ministro Andrej Penkovic ha accolto in modo positivo la decisione dell’agenzia Fitch di alzare il rating per il debito a lungo termine in valuta estera della Croazia. Questa decisione, secondo Penkovic, è una conferma dell’ottima politica economica e fiscale che sta portando avanti il Governo, che di conseguenza migliora il giudizio che viene espresso sulle capacità di Zagabria di pagare o meno i propri debiti. Nell’incontro tra la Presidente della Repubblica croata Kolinda Grabar-Kitarović e il Presidente della Commissione Europea Jean-Claude Juncker, il Capo di Stato croato ha dichiarato che, essendo a conoscenza delle tendenze demografiche negative in tutta l’UE, Zagabria cercherà di affrontare il problema nel suo Paese, promuovendo una crescita economica sostenibile e la creazione di posti di lavoro di alta qualità.

Redazione