BALCANI. Per il FMI l’economia montenegrina crescerà del 3%

67

Interni

SLOVENIA
La commissione parlamentare incaricata di monitorare il lavoro dell’intelligence indaga sulle intercettazioni condotte dai servizi sloveni al confine con la Croazia. La commissione ha incontrato il segretario Generale del ministero degli Affari esteri, Tomaž Kunstelj, per chiarire chi sia responsabile di quelle intercettazioni avvenute precisamente a  Drenik e Sekolec.

CROAZIA
In Croazia da alcune settimane si registrano numerosi problemi causati dall’assenza di elettricità, in particolar modo in alcuni quartieri della capitale, Zagabria. I quartieri Spansko, Prečko, Oranice e Malešnica vivono da un paio di settimane nell’oscurità senza alcuna motivazione di questo disagio.

BOSNIA ED ERZEGOVINA
La Direzione per il coordinamento degli organi di polizia della Bosnia ed Erzegovina ha annunciato, tramite una conferenza stampa, che la criminalità organizzata ha guadagnato dal solo contrabbando di immigrati irregolari tra i 7 e 10 milioni di euro. Questi dati emergono dall’“Operazione BiH 2019” della Polizia, che ha visto anche la partecipazione di rappresentanti di Europol.

KOSOVO
Il primo Ministro Haradinaj ha consegnato la medaglia per meriti speciali al generale delle forze NATO Uwe A. Becker (Forze armate tedesche), che da oltre dieci mesi è in servizio presso il Kosovo. Anche in Kosovo si è celebrata la battaglia della Piana dei Merli del 1389, che rappresenta una sconfitta sul piano militare ma una vittoria dal punto di vista morale e simbolico. Durante le celebrazioni alcuni partecipanti hanno utilizzato, in relazione alla crisi tra Pristina e Belgrado, lo slogan: “Kosovo is Serbia”.

ALBANIA
Si è chiusa la campagna elettorale per le elezioni locali in Albania, che si terranno il 30 giugno in 61 comuni del Paese. Il partito Socialista ha chiuso a Valona, dove si attendono circa 10 mila cittadini. L’Ambasciata americana a Tirana ha invitato gli americani in Albania ad evitare i seggi elettorali, i centri di conteggio e le commissioni elettorali.

MACEDONIA DEL NORD
Il 30 giugno, secondo quanto previsto dall’Ufficio nazionale di statistica, si è chiuso il censimento di prova. Il vero censimento dovrebbe essere attuato nel 2020, circa 18 anni dopo quello del 2002. In questo periodo, secondo l’Ufficio statistico, dovrebbero essere aumentati gli stranieri, la popolazione dovrebbe essere invecchiata, i giovani tra 0 e 14 anni dovrebbero essere diminuiti e il tasso di natalità ulteriormente diminuito del 7%. Zoran Zaev ha concluso ufficialmente il rimpasto di Governo previsto ormai da tempo. Il Parlamento ha votato infatti per la nomina di cinque nuovi ministri con 65 voti a favore e 25 contrari. Ecco i nuovi ministri: il ministro del Governo locale Goran Milevskiy; il ministro della Cultura Husni Islaili; il ministro dell’Agricoltura Dimkovski; Naser Nuredini è stato eletto nuovo ministro dell’Ambiente; Sadula Duraku guiderà il ministero di nuova formazione che si occuperà del sistema politico del Paese. Infine, il ministero delle Finanze, inizialmente preso in carico da Zaev stesso, è rimasto vacante.

Esteri

MONTENEGRO
Il Presidente montenegrino Milo Đukanović, durante i festeggiamenti dell’imminente 4 luglio presso l’ambasciata statunitense a Podgorica, ha detto che gli Stati Uniti d’America sono tra i principali sostenitori del Montenegro. Đukanović ha sottolineato, durante il suo lungo discorso, la loro affidabilità, che si manifesta anche tramite investimenti per aumentare il numero di turisti provenienti dagli Stati Uniti d’America.

SERBIA
Il Presidente serbo Vučić ha incontrato la comunità serba in Montenegro per discutere dell’attuale situazione politica, in particolar modo dopo la crisi che è emersa in seguito alla legge sulla libertà religiosa adottata da Podgorica. In seguito, Vučić ha ribadito ai propri vicini dei Balcani occidentali che la Serbia non vuole rappresentare un problema per nessuno, ma che continuerà a lottare affinché i serbi presenti in Croazia, Montenegro, Albania, Kosovo e Macedonia del Nord vengano tutelati e non perseguiti.

Economia

SLOVENIA
Il ministero della Pubblica amministrazione ha dichiarato che l’aumento degli stipendi dei funzionari comunali non è una priorità. Tuttavia, il Ministro incontrerà alcuni gruppi di funzionari che hanno espresso il loro desiderio di aprire un dialogo su questo tema. In merito, l’Associazione dei comuni ha avviato un’azione presso la Corte dei conti per l’aumento del 20-40% gli stipendi.

CROAZIA
Il giorno della libertà tributaria, a differenza di quanto avvenuto negli anni precedenti, è arrivato con qualche giorno di ritardo: il 29 giugno. La giornata in questione fa riferimento al giorno ipotetico in cui ogni cittadino potrebbe anche smettere di pagare le tasse, anticipando allo Stato tutte le tasse di un anno. In teoria, più si allontana la data dall’inizio dell’anno, maggiore dovrebbe essere il carico fiscale nei confronti dei contribuenti. Infatti, in altri Paesi europei le date del Tax Freedom Day sono fissate intorno ad aprile e maggio.

BOSNIA ED ERZEGOVINA
In Bosnia ed Erzegovina si registrano arrivi turistici da record nel 2018: il 12, 9% in più rispetto al 2017. Il numero preciso dei visitatori arriva oltre 1 milione: il 9,1% dalla Croazia; il 6,7% dalla Turchia; il 6,4% dagli Emirati Arabi Uniti; il 5,6% dall’Italia; il 5,4% dalla Germania; il resto da altri Paesi.

MONTENEGRO
Il Capo della missione del Fondo Monetario Internazionale (FMI) in Montenegro, Srikant Seshadri, ha affermato che l’economia montenegrina è a buon punto e ci si aspetta una crescita media annua del 3%. Tuttavia, Srikant Seshadri ha ribadito anche l’importanza di ridurre ulteriormente il proprio debito pubblico tramite politiche fiscali ben precise.

Redazione