BALCANI. Oltre 300mila giovani croati hanno lasciato il paese in 5 anni

63

Interni

SLOVENIA
Secondo Miro Cerar ministro per gli Esteri sloveno, l’interferenza dei paesi stranieri sulla Slovenia è inaccettabile. Il riferimento è alle accuse di spionaggio che continuano tra Slovenia e Croazia. 

CROAZIA
Il primo Ministro sloveno ha chiesto spiegazioni al governo croato sulla questione dello spionaggio e i privilegi dei deputati europei croati finiscono sui giornali croati. Sempre in Croazia, negli ultimi cinque anni, 300.000 cittadini, in maggioranza giovani, hanno lasciato il paese.

BOSNIA ERZEGOVINA
Ancora al palo le trattative sull’accordo tra polizia e governo nonostante il dialogo sia aperto da gennaio.

MONTENEGRO
Si apre il dibattito sulle vaccinazioni dei bambini in Montenegro. Il direttore generale della direzione della sanità pubblica del ministero della Salute del Montenegro, Miro Knezevic, ha dichiarato che la vaccinazione per i bambini in Montenegro è obbligatoria, ma che non è un requisito per l’iscrizione nelle scuole e negli asili, aggiungendo che questo dovrebbe essere modificato dalla legge.
Una competizione regionale che simula casi di crimine informatico e indagini finanziarie di esperti di Serbia, Bosnia ed Erzegovina e Montenegro è iniziata lunedì a Belgrado.

SERBIA
Attraverso una dichiarazione alla stampa a Mostar, dove è in visita, il presidente serbo Aleksandar Vucic ha dichiarato, in risposta all’annuncio delle  elezioni nel nord del Kosovo che la decisione di partecipare a quelle elezioni sarà presa da «veri rappresentanti politici serbi», ma è sicuro che «vorrebbero sentire la nostra opinione», riferisce KoSSev. 

KOSOVO
Per il ministro per la Giustizia, Abelard Tahiri. Sebbene l’idea di cambiare la Costituzione del Kosovo sia spesso menzionata, questo non sembra essere un processo facile da raggiungere, il ministro ha parlato alla stampa nel giorno in cui il Kosovo festeggia i sui 11 anni di costituzione.  

ALBANIA
Membri della polizia albanese hanno ucciso uno dei numerosi aggressori in uno scontro a fuoco dopo che gli aggressori sono entrati nell’aeroporto internazionale di Tirana e hanno cercato di rubare una spedizione di denaro, ha detto la polizia. La notizia è di particolare interesse perché ricorda molto gli attacchi di ISIS, per fare cassa a Bengasi, ma non si hanno maggiori elementi per analizzare l’accaduto. Il presidente Meta si schiera con i manifestanti di Tirana che si vedono abbattere le case per  la costruzione dell’anello stradale di Veliajt. 

Esteri

BOSNIA ERZEGOVINA
Arrivata una delegazione turca al forum economico di Sarajevo.

SERBIA
Il ministro degli Esteri serbo, Ivica Dacic, ha fatto nuove accuse contro il Kosovo; Dacic ha insistito sul fatto che la priorità della Serbia è l’appartenenza all’Unione europea. Ma ha continuato con accuse in Kosovo, incolpando la parte del Kosovo per non aver raggiunto un accordo. 

KOSOVO
L’ambasciatore degli Stati Uniti d’America, Philip Kosnett, si è congratulato con i cittadini per l’11° anniversario della ratifica della Costituzione.

MACEDONIA DEL NORD
Il ministero degli Affari interni della Macedonia del Nord ha ricevuto una donazione del valore di circa 1 milione di euro dal governo della Repubblica ceca. I ministri dell’Interno della Macedonia del Nord e della Repubblica ceca, Oliver Spasovski e Jan Hamaček, hanno firmato a Skopje un accordo che prevede lo sviluppo delle capacità tecniche e organizzative del ministero degli Affari interni della Macedonia del Nord. «I mezzi finanziari sono dedicati alle attività per rafforzare le capacità della polizia di frontiera e dei dipartimenti di migrazione, la lotta contro il crimine organizzato e l’unità aerea del Ministero degli affari interni della Repubblica di Macedonia», ha detto Spasovski. 

Economia

SLOVENIA
Da segnalare che lo shopping center di Siska aprirà ufficialmente nel 2020. 

Redazione