BALCANI. Mosca conferma la vicinanza politica a Belgrado

54

Interni

SLOVENIA
La Democrazia Cristiana slovena festeggia trent’anni e in tale occasione decide di riformare il partito partendo dall’innovazione tecnologica. Sempre in Slovenia si continua a parlare di riforma della legge elettorale. Maša Kociper, capo gruppo al parlamento SAB, ha riferito alla stampa che si parla di possibilità di introdurre un voto preferenziale assoluto o relativo.

CROAZIA
La Croazia è nel gruppo con altri otto Stati membri che hanno ricevuto un rimprovero ufficiale europeo, procedura di infrazione, per non aver rispettato la scadenza di una serie di obblighi di segnalazione sullo stato ecologico delle acque marine sulla base della direttiva sulla strategia marittima. E sempre dalla Croazia arriva la notizia del maxi sequestro di droga da parte della  polizia di Varazdin: arrestato un 38enne croato e 33enne cittadino del Montenegro con l’accusa di traffico di droga destinati ai mercati di altri paesi europei, 500chili di marijuana in mano alla polizia. Interessante riscontrare che nelle operazioni di polizia balcanica sia in Bosnia che in Croazia che in Albania spesso siano coinvolti cittadini del Montenegro. 

BOSNIA
Il cantone di Sarajevo è pronto per la nuova coalizione che sarà imperniata intorno all’SDA e l’Assemblea cantonale vede in 21 i membri selezionati. 

KOSOVO
I cittadini serbi a nord di Mitrovica protestano per la tassa del 100 per cento sui prodotti serbi.

ALBANIA
Secondo Lulzim Basha, Edi Rama sta distruggendo la riforma della giustizia. L’opposizione sta con i cittadini e quindi continueranno le proteste.

Esteri

MONTENEGRO
Firmato MoU tra Montenegro e Gran Bretagna per reati nel campo delle tasse e dei costumi, del crimine transfrontaliero.

SERBIA
La Russia e Serbia hanno relazioni di partenariato strategico, quindi il principale compito del Comitato intergovernativo russo-serbo è trasformare queste relazioni in cooperazione economica.

KOSOVO
La Russia non riconosce il Kosovo come stato e rigetta notizia dei media che davano il via libera di Mosca al Kosovo.

ALBANIA
Durante la sua visita in Gran Bretagna, il Presidente della Repubblica albanese, Ilir Meta è stato ricevuto da Sir Alan Duncan, ministro per l’Europa della Gran Bretagna. L’Albania crede nell’indipendenza del Regno Unito nella regione dei Balcani occidentali dopo Brexit, perché il paese ha avuto un ruolo cruciale in questi decenni per rafforzare la stabilità nei Balcani.

Aspetti economico-energetici

BOSNIA
Imprenditori bosniaci al tavolo delle trattative con il governo per trovare una norma che migliori le condizioni imprenditoriali.

SERBIA
Il ministro per l’Ambiente serbo invita gli investitori stranieri a investire in Serbia.

MONTENEGRO
50milioni di euro per l’educazione in Montenegro.

Redazione