BALCANI. L’esercito kosovaro rispetta i parametri NATO

38

Interni

SLOVENIA
Buone notizie per gli utenti della rete internet slovena, anche nelle zone rurali è in arrivo banda larga: in tre anni arriverà nelle zone rurali e connetterà 233.000 utenti.

CROAZIA
Non è crisi di governo, ma il presidente Kolinda Grabar-Kitarovic ha riferito che si aspetta una risoluzione politica la più presto, il governo croato infatti è finito nel mirino della magistratura, alcuni ministri sono accusati di corruzione e quindi il primo Ministro sta cercando di arrivare quanto prima a un rimpasto. 

BOSNIA
I rappresentanti delle Unioni ferroviarie della Republika Srpska (Repubblica Serba di Bosnia) hanno presentato un reclamo penale contro la gestione della società dal 2012 e l’allora consiglio di sorveglianza al Procuratore distrettuale di Doboj. L’azienda attualmente è in fermo e ha messo i dipendenti in mobilità. Sempre in Bosnia, ma a Visegrad è stato completato lo scavo per la ricerca di una fossa comune, riesumati i cadaveri di 6 persone dell’eccidio di Srebrenica.

MONTENEGRO
Il primo Ministro montenegrino ha detto che pubblicherà la lista dei funzionari corrotti.

KOSOVO
Il ministero della Difesa del Kosovo ha lanciato il Piano integrità 2019-2022, il cui obiettivo principale è quello di rafforzare l’integrità e la cultura contro la corruzione nel ministero della Difesa e Force (KSF). «Il piano è pienamente conforme ai criteri NATO elencati nel programma “Integrity Building”», ha fatto sapere il Ministero.

ALBANIA
Arben Malaj ha reagito dopo la dichiarazione del Consiglio di vigilanza della Banca di Albania su iniziativa dei socialisti per il suo licenziamento come membro di questo Consiglio. In un post su Facebook, Malaj scrive di aver rispettato il codice etico e non partecipa a nessuna struttura di alcun partito e non è impegnato in alcuna attività politica. L’alto rappresentante Lulzim Basha, membro dell’opposizione albanese, ha reagito attraverso un post su Facebook alla decisione del tribunale di Durazzo, che ha rifiutato di affidare il mandato di Valbona Sakos, di sinistra, per gestire la municipalità di Durazzo, nonostante la sua vittoria elettorale. 

Esteri

SLOVENIA
La Slovenia ha finora due commissari europei. Il primo è stato Janez Potočnik, capo della squadra di negoziazione dell’UE per la Slovenia, responsabile della scienza e della ricerca nella prima commissione del portoghese Jose Manuel Barroso e nella seconda squadra Barroso per l’ambiente. Il nuovo primo ministro, Miro Cerar, ha quindi nominato il vice primo ministro Violeta Bulc, a cui Juncker ha affidato il dipartimento dei trasporti.

SERBIA
Il ministro della Difesa Aleksandar Vulin ha valutato che la cooperazione tra il governo serbo e l’esercito serbo con la NATO nell’ambito del programma Partnership for Peace era “un livello ottimale” delle relazioni reciproche.

KOSOVO
Il Presidente della Camera dei Rappresentanti degli Stati Uniti, Nancy Pelosi, ha ospitato un incontro a Washington con il Presidente del parlamento Kosovo, Kadri Veseli, che ha espresso “l’incrollabile sostegno americano” per il Kosovo.

Economia

CROAZIA
Cresce lo stipendio netto in Croazia. Secondo i media lo stipendio netto medio nel 2019 è addirittura superiore del 4% rispetto allo scorso anno.

MONTENEGRO
Il turismo montenegrino è in alta stagione, come confermato da migliaia di posti di lavoro stagionali e permanenti, mentre il governo si è impegnato a far sì che il turismo apporti pieno contributo al benessere dei cittadini e dell’economia montenegrina, ha annunciato il primo Ministro Duško Marković. Di fronte al parlamento il primo Ministro ha detto che oramai il turismo montenegrino dura 10 mesi.

SERBIA
Il direttore nel settore della Banca Mondiale per la finanza, competitività e l’innovazione Alfonso Garcia Mora ha detto che vuole sostenere la Serbia al fine di stabilizzare la sua economia con successo e accelerare la crescita, il dato è emerso dopo l’incontro a Belgrado con il primo Ministro Ana Brnabic.

MACEDONIA DEL NORD
Nel caso “Caos Macedonia del valore di 8 milioni di euro” è indagato anche il procuratore, sempre in Macedonia del Nord, ma su fronte buone notizie: l’azienda Granit di Skopie continuerà la costruzione di Kicevo – Ohrid.

Redazione