BALCANI. Il debito pubblico del Kosovo al 30% nel 2025

109

Politica Interna 

SLOVENIA
Fermo il dialogo con Postumia. I membri del Comitato di difesa, con il ministro della Difesa Karl Erjavec, hanno visto la formazione delle Forze armate slovene a Počko e hanno preso conoscenza dei problemi. Pikalo, ministro per l’Istruzione ha riferito che i partner della coalizione hanno coordinato la proposta per il finanziamento delle scuole private. Ricordiamo che, nei giorni scorsi, tale riforma aveva incontrato le ire dell’opposizione. 

CROAZIA
Papa Francesco ha inviato un ispettore dell’Ispettorato polacco a casa di un arcivescovo polacco in pensione József Michalik che ha speso allegramente 50 milioni di euro quando era a Kaptol, Croazia. Sembra cattivi investimenti dando in garanzia beni della chiesa. L’ufficio del procuratore della BiH ha emesso l’ordine di non effettuare un’indagine contro il vice ministro della sicurezza del paese, Mijo Krešić, il giornalista Mate Đaković e Ivan Bandić, console generale della Croazia nel consolato di Tuzla. In una dichiarazione della Procura, si afferma che, dopo la verifica nel caso stabilito e la dichiarazione di diversi testimoni, i testimoni hanno concluso che i testimoni non hanno fornito alcuna informazione su come queste tre persone hanno partecipato alle attività descritte in relazione ai membri del movimento SELF in BiH. Si chiude così il capitolo spie tra Croazia e Bosnia Erzegovina. 

BOSNIA
L’analisi annuale di azione contro le mine delle Forze armate della Bosnia-Erzegovina 2018 è stato presentato il Mercoledì presso il sito di sminamento ‘Corridoio 5-C Mostar Sud, Buna – 04:05’, organizzata dal Comando Operativo delle Forze Armate. Il 2% del territorio della Bosnia-Erzegovina è ancora inquinato dalle mine e una nuova strategia di sminamento afferma che questo lavoro dovrebbe essere completato entro il 2025. Perché ciò accada, dobbiamo lavorare tutti insieme, ha detto Jerkic. All’evento hanno partecipato il capo della delegazione dell’Unione europea alla Bosnia-Erzegovina Lars-Gunnar Wigemark che ha detto che la Bosnia-Erzegovina è un paese che ha ancora il più grande numero di mine, ma che prevede di terminare il lavoro di sminante entro il 2025. L’Unione europea ha finanziato il progetto di sminamento con 10milioni di euro.

MONTENEGRO
Parlamentare montenegrino firmando il patto per il Futuro, per una nuova coalizione politica, chiede le dimissioni del marito il procuratore di Stato Ivica Stankovic, visto che nel programma si chiede di riformare la Procura. Sale il numero totale di casi di influenza” confermati in laboratorio dall’inizio della stagione è 492, 491 casi di virus influenzale A e un virus influenzale di tipo B, secondo un rapporto dell’Istituto montenegrino, sono già due le vittime confermate. 

SERBIA
Il Parlamento serbo ha adottato la legge sull’assistenza sanitaria e la legge sull’assicurazione sanitaria che stabilisce che i genitori durante il trattamento di un bambino affetto da una malattia grave hanno il diritto di ricevere il 100 percento del loro stipendio durante il congedo per malattia. La legge stabilisce inoltre che i cittadini che non rispondono ai controlli preventivi e per i quali non hanno una scusa, dovranno pagare il 35% della partecipazione al costo dei servizi sanitari.

KOSOVO
A Nord di Mitrovica sconsigliato andare, a consigliarlo l’ambasciata statunitense.

ALBANIA
Il primo ministro Edi Rama insieme con il numero due del SP, Taulant Balla ispeziona i lavori in corso di realizzazione da parte Oshea nella rete elettrica. Entrambi promettono che Cërriku non verrà lasciata al buio e chiedono scusa per quanto accaduto con il sindaco uscente che non ha saputo dare ai cittadini elettricità in maniera costante. Prosegue dunque la campagna di Edi Rama per implementare la sua fama a scapito dei manifestanti che chiedono le sue dimissioni. L’Assemblea ha approvato il solo voto della maggioranza la norma che permette di posticipare la scadenza del lavoro della Commissione per la riforma elettorale. I giovani parlamentari dell’opposizione hanno votato contro il suo rinvio. Il posticipo del termine per la riforma è stato approvato con 75 voti a favore. 

 

Politica Estera 

SERBIA
Il vice segretario di Stato americano, Matthew Palmer, ha suggerito che è giunto il momento di raggiungere un accordo tra Kosovo e Serbia e ha ricordato il messaggio del presidente degli Stati Uniti Donald Trump secondo cui i negoziatori dovrebbero usare “l’opportunità storica” per raggiungerlo. “Gli Stati Uniti rimangono impegnati per l’indipendenza e la sovranità del Kosovo, così come per la partnership con il Kosovo e la Serbia”, ha affermato Palmer.

MACEDONIA DEL NORD
Il ministro della Difesa turco Hulusi Akar ha incontrato il presidente del parlamento della Repubblica di Macedonia, Talat Xhaferi. Lo stesso ministro turco ha incontrato anche il ministro della Difesa Radmila Sekerinska. Nell’incontro si è parlato d rafforzamento di buon vicinato.

 

Aperti economico-finanziari

BOSNIA ERZEGOVINA
La Bosnia Erzegovina firmerà un contratto per ridurre i costi del Roaming.

KOSOVO
La Banca Mondiale in Kosovo ha avvertito il governo che il debito pubblico in Kosovo entro il 2025 può raggiungere il 30% del prodotto interno lordo se la crescita delle spese correnti continua a superare la crescita dei ricavi. Il debito pubblico totale del Kosovo alla fine dello scorso anno aveva raggiunto circa 1,1 miliardi di euro o il 17% del prodotto interno lordo. Del debito totale, secondo un rapporto del Ministero delle Finanze, circa 700 milioni di euro sono coperti dal debito interno e oltre 400 milioni di euro appartengono al debito internazionale.

Redazione