L’Azerbaijan protegge la proprietà intellettuale

58

AZERBAIJAN – Baku. 25/10/13. La BestCompGroup dell’Azerbaijan ha firmato, venerdì, la “dichiarazione sulla protezione dei diritti di proprietà intellettuale”, a darne notizia la Microsoft Azerbaigian.

Secondo la dichiarazione, le società si sono impegnate a fornire ai clienti e ai clienti con il software in concessione in licenza esclusiva. La diffusione di software contraffatto in Azrbaijan da oggi è illegale rientra tra le violazioni dei diritti di proprietà intellettuale delle società titolare .

Capo della Microsoft Azerbaigian, Rufat Hajialibekov, ha detto che in questo modo si previene la diffusione di prodotti pirata che è una delle priorità della strategia di Microsoft.

«A causa del fatto che la pirateria rende l’economia più vulnerabile e impedisce la crescita economica e la creazione di nuovi posti di lavoro, ridurre la pirateria e l’uso di software concesso in licenza non è solo la scelta giusta per gli utenti, ma anche un fattore importante per la crescita del economia nazionale », ha detto Hajialibekov .

Secondo l’esperto, azeri IT – aziende sono consapevoli dei danni che i pirati informatici causano al paese, e ora le aziende stanno cercando di correggere questa situazione, esprimendo apertamente il loro desiderio di sviluppare un civilizzato mercato locale ad alta tecnologia, rifiutando la diffusione e l’uso di prodotti contraffatti .

Hajialibekov ha detto che questo passo aiuterà a sviluppare mercato IT azero e a promuovere il livello di economia in generale. Si prevede che firma la dichiarazione servirà da esempio per altre aziende che rispettano il diritto d’autore, e svolgono un ruolo importante nell’affrontare il problema della pirateria .

Secondo la ricerca condotta da IDC e BSA , la pirateria software in Azerbaijan è allarmante, pari all’87 per cento del totale. Un recente studio congiunto da BSA e INSEAD, una delle migliori business school del mondo, mostra che la crescita del mercato del software concesso in licenza avrà un maggiore impatto sull’economia del paese rispetto alla crescita del volume di mercato del software pirata. La crescita del mercato del software concesso in licenza da 1 per cento aumenterà la produzione nazionale di 38 milioni di dollari.