BAHREIN. Legge marziale di fatto nel regno

79

Il re del Bahrein ha ratificato una legge approvata dal parlamento che permette ai tribunali militari di poter giudicare i civili in mezzo dando un ulteriore gironi vite alla repressione del dissenso sull’isola.

La Bahrain News Agency riporta che il re Hamad bin Isa Al Khalifa ha approvato questo emendamento costituzionale il 3 aprile.

L’organo parlamentare del regno, cioè i 40 membri eletti del Consiglio consultivo e il nominato Consiglio dei rappresentanti, 40 seggi, le due camere del parlamento del Bahrain, in precedenza aveva approvato la modifica, riporta Abc.

I gruppi di attivisti hanno già lanciato l’allarme perché un simile emendamento consentirà uno stato non dichiarato di legge marziale nel regno. I lealisti vicino al governo del Bahrain hanno definito necessario il cambiamento per la lotta contro il terrorismo visti i disordini persistenti che hanno seguito le manifestazioni nel 2011 e che sono andati via via intensificandosi seguiti di pari passo con la repressione del governo.

Nella stessa giornata in cui il sovrano firmava l’emendamento, una corte del Bahrein ha ridotto la condanna del leader dell’opposizione, lo sceicco sciita Ali Salman, in carcere dal 2014, riporta Afp.

La corte di Cassazione del regno sunnita ha ridotto la condanna di Salman da nove a quattro anni; la stessa corte ad ottobre 2016 aveva richiesto un nuovo processo del religioso, che ha guidato il movimento sciita di opposizione Al-Wefaq ormai fuori legge. Salman era stato arrestato con l’accusa di incitamento all’odio e vilipendio dello stato nel dicembre 2014. Riconosciuto colpevole nel mese di luglio 2015 era stato condannato a quattro anni di carcere, pena poi più che raddoppiato grazie all’accusa di aver chiesto un cambio di regime nel regno attraverso la forza.

Salman è considerato un politico moderato che ha spinto per l’istituzione di una monarchia costituzionale rispetto ai gruppi più intransigenti che vogliono il rovesciamento della dinastia sunnita Al-Khalifa.

Tommaso dal Passo