Bahrain e Oman ricevono fondi dal GCC

63

OMAN – Muscat. 16/11/14. L’Oman ha firmato un accordo stimato in 1,75 miliardi dollari (Dh11.25 miliardi di euro) con il Fondo del Kuwait per lo Sviluppo Economico mercoledì, come parte dell’impiego dei GCC di fornire 20 miliardi di dollari di aiuti finanziari a Bahrain e Oman.

L’intervento del Fondo servirà per finanziare una parte del costo del progetto Batinah Expressway Road, che verrà detratto dal totale della sovvenzione dello Stato del Kuwait, pari a 2 miliardi di dollari. Gli Stati del Golfo si sono impegnati a sostenere Bahrain e Oman, i due paesi del blocco che non sono così ricchi di petrolio e gas come gli altri membri, dopo le proteste della Primavera araba relativi a tali paesi nel 2011 hanno minacciato la loro stabilità.
In Oman, l’aiuto sarà utilizzato anche nel progetto ferroviario, reti elettriche e idriche, e la realizzazione di infrastrutture a Duqm zona economica speciale e altre zone industriali. Gli esperti economici ritengono che tali aiuti contribuiranno a rafforzare l’economia, il commercio del paese e il turismo dei cittadini del GCC.
Il costo totale del progetto Batinah Expressway stimato in un miliardo di riyal dell’Oman (Dh9.54 miliardi di euro), che contribuirà a sostenere lo sviluppo economico e sociale nel sultanato di tenere il passo con la crescente domanda di trasporto. Sarà completato entro il 2018. Nel frattempo, l’aeroporto di Sohar sarà aperto il 18 novembre, giornata nazionale dell’Oman, fonte Ministero dei Trasporti e delle Comunicazioni. Il ministero ha detto che l’Aeroporto di Sohar diventerà un’altra nuova destinazione per la logistica e settori commerciali nel Golfo e nel mondo.