Auto ibride per il mercato cinese

48

di Tommaso dal Passo  CINA – Pechino 18/10/2016. A dicembre, la Cina pubblicherà la prima mappa dello sviluppo energetico per i veicoli, proponendo lo sviluppo di auto ibride in funzione anti-inquinamento, per guidare lo sviluppo del settore in quello che è il grande mercato di auto elettriche del mondo. Stando a quanto riporta Zhōngguó Rìbào/China Daily, La stesura di questa “tabella di marcia” viene realizzata dalla Society of Automotive Engineers della Cina, ed al momento è sottoposta all’approvazione governativa.

Verranno proposte tecnologie ibride proprio per ridurre il consumo di carburante e le emissioni nocive.
I futuri acquirenti di auto ibride beneficeranno di sgravi fiscali, già in vigore dal 1 ottobre 2015, che dimezzano l’imposta sugli acquisti di autovetture con motori da 1,6 litri o inferiori.

Allo scopo, il Ministero dell’Industria e dell’Information Technology sta per pubblicare un sistema di credito per la produzione, nella speranza di ridurre i costi sociali sostenuti nella riduzione delle emissioni degli autoveicoli. La Cina sta ammettendo solo case automobilistiche basate su nuove energie nel settore della produzione automobilistica, bloccando la presenza di produttori di veicoli convenzionali.