AUSTRALIA. L’Asean pensa di espandersi verso l’Australia

40

Il Presidente dell’Indonesia, Joko Widodo, ha detto che l’Australia dovrebbe essere un membro a pieno titolo dell’Associazione delle Nazioni del Sud-Est asiatico, Asean, in un’intervista pubblicata prima di un vertice previsto per questo fine settimana a Sydney.

Widodo ha detto all’australiana Fairfax Media in un’intervista esclusiva che la potenziale integrazione dell’Australia nell’Asean renderebbe la regione migliore in termini di «stabilità economica, e anche di stabilità politica», ma non era sicuro se altri paesi membri avrebbero appoggiato l’idea.

Da parte sua, il primo ministro australiano Malcolm Turnbull, ha risposto a Widodo dicendo che il suo paese era «in attesa di essere invitato (…) Trattiamo l’Asean e la centralità dell’Asean nella regione con il massimo rispetto», ha detto Turnbull, il cui paese sta ospitando un vertice dei leader dell’Asean per la prima volta questo fine settimana. Nel 2002, l’allora primo Ministro malese, Mahathir Mohamad, si era opposto ai tentativi dell’Australia di impegnarsi maggiormente nell’Asean e anche l’allora presidente indonesiano, Megawati Sukarnoputri, aveva espresso riserve sull’idea.

Il vertice speciale Asean-Australia di Sydney riguarderà l’espansione della cooperazione economica ed educativa, nonché le strategie di sicurezza, comprese le politiche antiterrorismo e le minacce alla stabilità nella regione derivanti dai test nucleari e balistici della Corea del Nord. All’inizio di questa settimana, Human Rights Watch ha chiesto all’Australia di affrontare la questione delle gravi violazioni dei diritti umani nei paesi Asean, in particolare la pulizia etnica della minoranza musulmana rohingya in Myanmar e le esecuzioni extragiudiziali nelle Filippine nel quadro della campagna contro la droga.

L’Asean, con sede a Giacarta, Indonesia, è composta da Myanmar, Brunei, Cambogia, Filippine, Indonesia, Laos, Malesia, Singapore, Thailandia e Vietnam, con una popolazione totale di quasi 650 milioni di persone.

Il gruppo sta finalizzando un partenariato regionale globale economico (Rcep) inteso come un accordo di libero scambio tra i 10 paesi membri dell’Asean e Australia, Cina, India, Giappone, Corea del Sud e Nuova Zelanda.

Lucia Giannini