Attrezzature per la ristorazione, i materiali più utilizzati


26
Ristorazione

Le attrezzature all’interno del settore della ristorazione, utilizzate ogni giorno da chi opera in questo settore per la preparazione di pietanze e cibi di ogni sorta, spesso sono costruite con materiali come acciaio inox, alluminio e rame.

L’utilizzo di questi materiali, che sono necessari per garantire una maggiore durata del tempo dell’attrezzatura e una migliore igienizzazione delle superfici a contatto con il cibo, offre la possibilità a chi opera di velocizzare e facilitare tutte le operazioni quotidiane di pulizia. Sono la scelta migliore sia per i piani di lavoro sia per le attrezzature per la cottura professionale. Quando si acquista un macchinario o un piano di lavoro, è sempre bene verificare che sia costruito con uno di questi materiali.

L’acciaio inox

In tutte le zone della cucina, è il materiale principe per eccellenza. Utilizzato sia come rivestimento sia come elemento principale delle attrezzature. È resistente agli urti, all’azione corrosiva degli acidi utilizzati per la pulizia e al logorio degli utensili che si utilizzano nella preparazione dei cibi in cucina. La sua proprietà di non trasferire odore o sapori agli alimenti, lo rende ideale anche nelle preparazioni più delicate. Le vasche delle impastatrici e le bacinelle delle cucina, sono sempre composte di questo materiale.

Anche se è uno dei materiali più utilizzati nel settore della ristorazione, l’acciaio inox ha anche degli svantaggi. Quello sicuramente più importante, è sicuramente quello legato alla sua bassa conducibilità. Infatti, il suo utilizzo come conduttore di calore è certamente minimo. Un altro dei suoi difetti è rappresentato dall’impossibilità di utilizzarlo nelle cotture a fuoco vivo. La sua composizione chimica, lo rende una pessima scelta perché senza un adeguato strato di materiale isolante tende a far attaccare e bruciare gli alimenti.

L’alluminio

L’alluminio è un altro dei materiali principi presenti nel settore della ristorazione, ma che a differenza dell’acciaio inox ha un prezzo notevolmente inferiore. È il materiale con cui sono costruite buona parte delle pentole e degli utensili che si utilizzano per la cottura del cibo. La sua perfetta conducibilità termica e il minor peso lo rendono ideale per essere utilizzato per questo tipo di utilizzo.

Anche questo materiale purtroppo non è esente da difetti. La sua maggior leggerezza lo portano a deformarsi con maggiore facilità, se paragonato all’acciaio inox. Inoltre, non è ideale per tutti i tipi di preparazione poiché può essere intaccato da alcuni alcali e acidi.

Il rame

Il rame è un materiale sicuramente più di nicchia, ma che si appresta a essere ideale per le forniture della ristorazione di alta qualità nel settore della ristorazione. Offre un’ottima conducibilità termica e garantisce una cottura omogenea della vivanda anche nelle situazioni estreme. Questo materiale non fa attaccare gli alimenti alle sue pareti e non trasmette nessun odore / sapore agli alimenti con cui entra in contatto.

Gli unici due svantaggi di questo metallo sono rappresentati dalla costante manutenzione che richiede e dal prezzo elevato sul mercato.

Come abbiamo visto in questa piccola panoramica dei materiali più utilizzati in cucina, ogni materiale ha i suoi pregi e i suoi difetti. Per avere una cucina funzionale e che permetta velocità durante la preparazione del cibo è bene scegliere un mix tra questa tre proposte. Solo in questo modo, si potrà sfruttare nel migliore dei modi tutti i pregi dei vari materiali qui elencati.