Atene aspetta gli investimenti extra-Ue

64

GRECIA – Atene. 26/08/13. Secondo una indagine condotta dal giornale greco “To Vima” i cittadini sperano, per uscire dalla crisi economica che li ha messi in ginocchio, di diventare appetibili per Paesi terzi, tra cui Cina, Stati Uniti, Russia. La notizia è apparsa sulla testata sabato scorso. 

A quanto pare i tre anni di austerità imposti dall’Unione europea dopo anni di finanza allegra non hanno solo svuotato le tasche dei cittadini ma hanno anche minato la fiducia verso l’Unione Europea. 

Atene dunque volge il suo sguardo verso il vicino oriente, secondo il sondaggio della testa il 48,2 per cento degli intervistati ha dichiarato che la Grecia dovrebbe sviluppare relazioni più strette con la Russia per le opportunità di investimento, un 45,9 per cento dei greci ha favorito legami più stretti con la Cina e 40,7 per cento con gli Stati Uniti. Agli Emirati Arabi Uniti pensano il 12,6 per cento degli intervistati, la Germania segue con il 11,6 per cento e la Francia con il 10,4 per cento.

Secondo l’indagine, la Francia è ancora considerato il paese più amichevole verso la Grecia con il 72 per cento. Russia segue con il 68 per cento, la Cina con il 60,1 per cento e gli Stati Uniti con 56,5, mentre i greci hanno luan opinione negativa verso la Germania con il 33,2 per cento e la Turchia con 21,8 per cento.