Surveillance Capitalism e Julian Assange

4

CILE – Santiago del Cile 14/07/2016. Nel corso di un seminario sulla libertà di espressione organizzato a Santiago del Cile dal Collegio dei giornalisti cileni in occasione del suo 60° anniversario, il fondatore di Wikileaks Julian Assange ha detto che le aziende della Silicon Valley, Google e Facebook, ora hanno raccolto più informazioni della Nsa.

Parlando in videoconferenza dall’ambasciata dell’Ecuador a Londra, dove gli è stato concesso asilo dal 2012, Assange ha detto che il nuovo modello economico globale è il “Capitalismo creato dalla Sorveglianza”, “Surveillance Capitalism” in inglese. Secondo la professoressa del Harvard Business School, Shoshana Zuboff, questo tipo di capitalismo è la monetizzazione di dati sul comportamento acquisiti gratis attraverso il monitoraggio della rete e poi venduti alle entità interessate ai futuri comportamenti. Assange ha poi aggiunto che se l’informazione è stata incanalata attraverso le due società, la Nsa ancora ne monitora il contenuto e, infine, finisce per “sapere tutto”; ha poi detto che la società globale sta vivendo un’epoca di dati enormi, in cui oltre il 80 per cento degli introiti pubblicitari di Internet scorre attraverso Google e Facebook. Come esempio ha citato i trasporti, settore in cui Google sta affermando la sua posizione dominante grazie alle sue immagini satellitari, alle mappe e alle riprese a livello della strada, oltre al fatto che le persone fanno le ricerche utilizzando Google dai telefoni cellulari e quindi fornendo altri dati su posizione e preferenze. I giornalisti cileni che hanno partecipato all’evento hanno manifestato la loro solidarietà ad Assange dicendo che era dovere di tutti ottenere la libertà per Julian Assange.