Borse asiatiche su per Kiev e Atene

48

CINA – Hong Kong 13/02/2015. I mercati asiatici sono per lo più in rialzo il 13 febbraio, dopo che i leader europei e la Russia hanno accettato un piano per una tregua di 10 mesi alla guerra in Ucraina, e sulle voci che la Grecia avrebbe ottenuto una revisione del debito.

Le prospettive ottimiste per entrambe le crisi che affliggono l’Europa hanno fatto da catalizzatore per una corsa azionaria in Europa e negli Stati Uniti, oltre che in tutta l’Asia. Sydney, Seoul, Shanghai, Hong Kong sono salite, mentre Tokyo è rimasta al palo. La notizia dell’accordo per l’Ucraina ha spinto i titoli europei ancora più in alto, con Francoforte arrivata fino all’1,56 per cento, Parigi l’1 per cento e Londra lo 0,15 per cento. A Wall Street, il Dow Jones ha guadagnato lo 0,62 per cento, S&P 500 ha toccato lo 0.96 per cento, vicino a livelli record, e il Nasdaq è salito dello 1,18 per cento, arrivando a livelli che non si vedevano dal 2000. Le speranze di una svolta per la Grecia hanno anche fornito dato vigore ai mercati che sperano in un accordo entro la fine del mese. La Banca centrale europea ha anche applaudito i mercati in cui è aumentato il volume di denaro contante di emergenza a disposizione delle banche greche, facilitando le preoccupazioni per la liquidità che aveva portato alle speculazioni di una possibile corsa agli istituti di credito del paese.