Nuovo scontro Duterte Obama all’ASEAN

14

LAOS – Ventiane 09/09/2016. Pesante botta e risposta tra Obama e Duterte al vertice Asean di Vetrame.

Il presidente americano Barack Obama ha esortato il leader delle Filippine Rodrigo Duterte il 8 settembre a condurre la sua guerra crimine «nel modo giusto». Nonostante gli avvertimenti, coloriti, del presidente filippino che non avrebbe digerito in alcun modo i riferimenti alla sua guerra contro il narcotraffico nel paese, Obama ha esortato il leader delle Filippine a rispettare lo stato di diritto: «Per quanto spregevoli queste reti criminali siano e per quanti danni facciano, è importante dal nostro punto di vista assicurarsi che la guerra a loro sia fatta nel modo giusto» ha detto Obama dopo l’intervento all’assemblea Asean di Rodrigo Duterte. Non tenendo conto del suo discorso già preparato, Duterte si è infatti lanciato in una filippica sulle uccisioni commesse dai militari Usa nelle Filippine, quando era una colonia americana 1898-1946, riporta Channel News Asia.
Il presidente filippino ha mostrato foto delle uccisioni fatte dai soldati americani in passato dicendo: «Questo è un mio antenato che loro hanno ucciso, perché ora ci stanno parlando di diritti umani?».