Sportello unico doganale ASEAN

11

VIETNAM – Hanoi 13/09/2015. La Direzione generale doganale del Vietnam ha creato, l’8 settembre, un unico meccanismo destinato ad aiutare le aziende nello sdoganamento e integrato con un sistema simile presente nell’Asean.

Il Vietnam, unica nazione a farlo, ha ufficialmente attivato questo meccanismo collegato all’Asean durante una cerimonia presieduta dal primo ministro Nguyen Tan Dung ad Hanoi.
Il meccanismo vietnamita consente alle aziende di completare le procedure richieste on-line senza presentare documenti scritti, riducendo in tal modo il tempo in dogana di circa l’80 per cento.
«Se le imprese impiegavano fino a 24 giorni nelle operazioni doganali, il nuovo meccanismo riduce il tempo a solo quattro o cinque giorni», ha detto il vice ministro delle Finanze Do Hoang Anh Tuan.
Il meccanismo Asean (Asw), nel frattempo, è un’iniziativa che unisce e integra i sistemi informatici delle diverse nazioni come Indonesia, Malaysia, Filippine, Singapore, Thailandia, Brunei, Cambogia, Laos , Myanmar e Vietnam, in un singolo portale Asean.
«L’implementazione dell’Asw assicura la compatibilità degli sportelli unici nazionali con standard internazionali di comunicazione, e garantisce che ciascuno di questi paesi possa quindi scambiare dati in modo sicuro e affidabile con tutti i partner commerciali che utilizzano standard aperti internazionali», ha poi detto.
I principali obiettivi dell’iniziativa sono il raggiungimento di tempi di elaborazione più semplice e veloce, e un modo più trasparente di fare business, considerando che l’obiettivo è quello di accelerare lo spazio di carico, nel contesto di una maggiore integrazione economica dell’Asean.
La cerimonia ha visto unirsi al Vietnam, Indonesia, Malaysia e Thailandia.
Singapore dovrebbe aderire a ottobre, e la completa integrazione di dieci paesi dovrebbe essere operativa entro la fine di quest’anno.