ARTICO. Il viaggio inaugurale del Dragone Marino 2

29

Il primo rompighiaccio polare costruito in Cina inizierà il suo viaggio inaugurale nel mese di ottobre dalla città cinese meridionale di Shenzhen, riporta Xinhua. Il viaggio per Xuelong 2 inizierà durante il settimo China Marine Economy Expo, che si svolgerà dal 14 al 17 ottobre. L’esposizione riunirà più di 400 imprese in patria e all’estero, tra cui circa 100 leader del settore o aziende inserite nel Fortune 500.

Nel relativo viaggio inaugurale, Xuelong 2 navigherà per l’Antartide insieme a “Xuelong,” l’unico rompighiaccio cinese in servizio, nella 36a missione di ricerca del paese nella regione, secondo un piano precedentemente annunciato. La nave è lunga 122,5 metri e larga 22,3 metri, con un dislocamento di 13.996 tonnellate e una capacità di navigazione di 20.000 miglia nautiche, riporta Asia Times.

Xuelong 2 può trasportare 99 persone, tra cui 49 ricercatori scientifici, oltre a due elicotteri. Il suo sistema di alimentazione può sostenere spedizioni di 60 giorni e la nave è in grado di rompere il ghiaccio fino a 1,5 metri di spessore mentre viaggia avanti o indietro. Il suo sistema di monitoraggio dei terremoti consentirà inoltre di effettuare sonde più accurate delle risorse petrolifere e di gas immagazzinate nelle profondità marine delle regioni polari, riporta Scmp.

Xuelong 2 è in grado di girare velocemente e ha due direzioni di prua e di poppa. Secondo il Jiangnan Shipyard Group, costruttore della nave, può navigare in spedizioni di 60 giorni in tutte le regioni del globo; per la State Oceanic Administration, Xuelong 2 diventerà una piattaforma importante per l’indagine ambientale oceanica della Cina e la ricerca scientifica nelle regioni polari.

La nave era stata consegnata nel luglio scorso all’Istituto di Ricerca Polare della Cina, parte del ministero delle risorse naturali, a Shanghai, dopo aver superato l’ultimo test di 16 giorni a giugno nel Mar Cinese Orientale.

La nave dovrebbe dirigersi verso la stazione di Zhongshan durante la 36a spedizione scientifica cinese in Antartide, dove effettuerà ricerche scientifiche sia nell’oceanografia fisica e chimica che nella diversità biologica marittima.

La sua nave gemella, la Xuelong, è stata trasformata da una nave da carico rompighiaccio costruita dall’Ucraina nel 1993.

Gli esperti ritengono che la Xuelong 2 spianerà la strada alla Cina per costruire il proprio rompighiaccio pesante a propulsione nucleare, che potrebbe avere implicazioni globali.

La messa in servizio dello Xuelong 2 coincide con l’intensificarsi delle rivalità geopolitiche tra la Cina e gli Stati Uniti su più fronti, anche nel “Grande Nord” – come è anche nota la regione artica.

La crescente presenza della Cina, in particolare la sua cooperazione con la Russia, è stata descritta dal Segretario di Stato americano Mike Pompeo come “comportamento aggressivo” che ha trasformato la regione polare in «un’arena di potenza e competizione globale». Pechino ha detto che i suoi principali interessi nelle aree polari riguardano la ricerca scientifica, soprattutto in relazione al cambiamento climatico. Dal 1985, la Cina ha istituito quattro stazioni di ricerca scientifica in Antartide e un’altra nell’Artico.

La sua sesta stazione è ora in costruzione su Inexpressible Island nella Terra Nova Bay, nel Mar di Ross, in Antartide.

Tommaso dal Passo