Arrestato il terrorista Majid al-Majid

32

LIBANO – Beirut. 05/01/14. La testata australiana alankabout.com ha riferito che l’esercito libanese ha confermato l’arresto di un leader di primo piano di “Al Qaeda”, Majid al-Majid, saudita, capo dei cosiddetti “Brigate di Abdullah Azzam”.

L’uomo ha compiuto una serie di attentati in Libano, e in alcuni paesi della regione di recente, compreso il bombardamento dell’ambasciata iraniana a Beirut. Dopo le notizie contrastanti circa l’arresto del leader già martedì scorso, ieri, 3 gennaio, l’esercito ha confermato in una dichiarazione alla CNN araba, che la Direzione di intelligence militare ha arrestato un pericoloso leader di Al Quaeda il 26 dicembre.
Il comunicato prosegue asserendo che «dopo un esame del suo DNA, si è provato con certezza che Majid Majid è di nazionalità saudita» nella dichiarazione non sono stati dato ulteriori dettagli.
I rapporti dei media avevano detto che l’esercito libanese aveva preso, in concomitanza con l’arresto di al-Majid, una serie di misure di sicurezza e militari preventive, in previsione di ritorsioni per via dell’arresto del oro leader da parte degli affiliati alla “Abdullah Azzam Brigades”.
Le autorità saudite avevano incluso Majid all’interno della cosiddetta “lista dei 85” più ricercati su questioni relative al terrorismo.