Armi lituane per Kiev

48

LITUANIA- Vilnius. 05/01/14. La Lituania ha dato armi all’Ucraina. A dirlo in un’intervista con l’agenzia lituana BNS ministro della Difesa lituano Juozas Olyakas .

«Questo forniture militari come detto dal Presidente Poroshenko sono quello di cui abbiamo bisogno per le forze armate dell’Ucraina», – ha detto Olekas. Il ministro ha aggiunto: «Sosteniamo l’Ucraina e siamo pronti a continuare ad aiutarla». In precedenza, il presidente dell’Ucraina Petro Poroshenko ha annunciato che la Lituania ha mantenuto la sua promessa di dare armi a Kiev. «Quello che è stato promesso ai nostri partner lituani era la consegna di armi che abbiamo già ricevuto. Abbiamo ricevuto il primo lotto di vestiti, stivali e attrezzature dal Canada, e siamo in attesa di due aerei. Anche la Polonia come altri partner hanno promesso di inviarci armi». ha detto il presidente ucraino. Nel novembre dello scorso anno, la Lituania e l’Ucraina hanno convenuto di cooperare nel settore tecnico-militare, questa cooperazione riguarda l’offerta e buffetteria militare, ha riferito Poroshenko.
IA REGNUM , il 24 novembre dello scorso anno, aveva pubblicato un articolo secondo cui nella stessa giornata sarebbe avvenuta una riunione del Presidente della Lituania, Dalia Grybauskaite e presidente dell’Ucraina, Petro Poroshenko in cui appunto si era discusso di forniture militari all’Ucraina. «Come capo del paese» aveva detto Grybauskaite, «nella situazione in cui l’Ucraina si trova, soggetta a un attacco militare, particolarmente importante è la cooperazione nel settore della sicurezza e della difesa. La Lituania cura già i militari ucraini feriti, fornisce cibo, vestiario, operatori sanitari ed è pronta in un prossimo futuro ad aumentare il suo supporto». Al fine di trasferire l’esperienza della Lituania nel settore militare all’Ucraina per lo sviluppo di un esercito moderno saranno invitati i militari ucraini a studiare nel’ Accademia Militare di Lituania e ancora verranno condotte esercitazioni militari congiunte. Inoltre, si prevede di completare l’istituzione di un trilaterale brigata militare lituano-polacco-ucraina.