Armenia: prosciolta la giornalista incriminata

6

ARMENIA – Yerevan 27/07/2015. La procura generale armena ha bocciato, il 24 luglio, il procedimento penale contro il direttore del sito d’informazione iLur.am, Kristine Khanumyan.

Secondo quanto riportato dallo stesso sito incriminato la procura generale non ha specificato le motivazioni dell’archiviazione. nel contempo, sempre la procura ha inviato, seguendo l’iter ufficiale,  una lettera al Rappresentante Osce per la libertà dei media Dunja Mijatovic, che aveva espresso in precedenza la us preoccupazione per il caso,  in cui ha annunciato la sua decisione di archiviare il procedimento. Il 25 luglio, inoltre, la stessa Khanumyan (nella foto) afferma che la procura non abbia avuto alcuna alternativa al far cadere le accuse nei suoi confronti contro di lei. Il sito aravot.am riporta le dichiarazioni della direttore di iLur.am: «Non hanno avuto alcuna scelta in quanto l’intera vicenda legale era perfettamente assurda, avrebbero avuto un mal di testa più grande se avessero portato avanti il caso» ha detto Khanumyan. Secondo lei, non vi era alcuna base giuridica per promuovere questo caso: «È stata una pressione sia sui media, e perché no, sulla libertà di espressione. Perché siamo una parte del panorama mediatico, se hanno fatto pressione su di noi oggi, domani, lo faranno su di voi e su altri». Il direttore di iLur.am era stata accusata di non aver deliberatamente voluto identificare, tutelandole la fonte delle informazioni pubblicate.

CONDIVIDI
Articolo precedenteTregua fra Tabu e Tuareg
Articolo successivoWaterworld 2100