Armenia: la vendita di Vorotan coprirà gli aumenti

5

ARMENIA – Yerevan 01/08/2015. L’aumento delle tariffe dell’energia elettrica in Armenia sarà sovvenzionato dai ricavi della vendita alla holding statunitense Contour Global Energy dell’impianto idroelettrico sul fiume Vorotan ha detto il premier Hovik Abrahamian ripreso da Lenta.ru.

Il 1 agosto è entrata in vigore la decisione della Commissione sulla regolamentazione dei servizi pubblici in Armenia che aumenta la tariffa dell’elettricità del 16,7 per cento. A metà giugno, il governo armeno aveva già alzato i tassi, scatenando proteste di massa a Yerevan e in altre grandi città, conta conseguenza che il presidente del paese, Serzh Sargsyan aveva annunciato l’annullamento della decisione sull’aumento delle tariffe. Il nuovo proprietario degli impianti idroelettrici situati sul fiume Vorotan, che attraversa il territorio di Armenia e Nagorno Karabakh, è la Contour Global Energy; l’accordo per la vendita è stata finalizzato l’8 giugno; il governo ha incassato 180 milioni di dollari. La Contour si è impegnata per i prossimi 6 anni ad investire nella modernizzazione dell’impianto altri 70 milioni di dollari. La centrale idroelettrica Vorotan è stata costruita tra il 1970 e il 1989; è composta da tre impianti idroelettrici: Spandaryan, Shambskuyu e Tatev, e quattro serbatoi idrici. La capacità totale di 404,2 megawatt; scopo principale è coprire il picco di potenza dell’Armenia, quando flussi dall’Iran non ce la fanno.