Vacanze di produzione stile argentino

37

Con 33 giorno all’anno di ferie pagate, l’Argentina sta conoscendo un vero boom del settore turistico.

Buenos Aires gode di 19 giorni festivi nazionali, seguita a ruota dalla Colombia con 18. Molti Paesi non estendono questi benefici ai loro i lavoratori, stando a quanto pubblicati o dalla Mercer Human Resources Consulting. Altro esempio gli Usa coni 10 festività, neanche pagati nel caso di Natale o il 4 luglio, nonostante si approvato scientificamente  che simili interruzioni dal lavoro incrementano la produttiva dei singoli operai, facendo riposare loro fisico e mente. Il nuovo week end festivo, creato in occasione del bicentenario della battaglia di Tucuman contro gli spagnoli, poterà ad esempio molti argentini a spendere denaro “fuori casa” venero incontro alle esigenze di un’economia in via di ripresa. 

Il presidente Fernandez ha fatto della creazione di festività nazionali un punto politico. Secondo una branca del diritto del lavoro simili interruzioni produttive pagate danneggerebbero l’economia. rRispondono a questa analisi, le cifre dell’industria del turismo argentino: oltre 9,5 milioni di argentini si sono mossi e hanno speso 1,6 miliardi di dollari incrementando il Pil del 7% secondo il ministero del Turismo.

Il numero delle festività può affliggere la ripresa dell’economia? Non necessariamente se si tiene nel conto un secondo fattore: quanti gironi si chiede al governo di prevedere. l’Argentina 33 all’anno. Francia  Austria, Grecia e i Paesi nordici ne hanno 25, Venezuela 36 e Marocco e Malesia 32, sempre secondo i dati Mercer.