Il peso argentino perde il 42% sul dollaro

61

ARGENTINA – Buenos Aires 18/12/2015. Il peso argentino perde il 42 % deluso valore contro il dollaro il 17 dicembre a seguito della decisione del nuovo presidente Mauricio Macri di porre termine ai controlli valutari.

Il costo del dollaro è salito rispetto al 16 dicembre di 9,83 pesos per dollaro arrivando a 13.95 pesos, una svalutazione del 41,9 per cento. Il peso è risalito nella stessa giornata sul mercato illegale parallelo, raggiungendo i 14,48 peso al dollaro, una differenza del 3 per cento rispetto al tasso bancario. In precedenza, il divario tra i tassi ufficiali e il mercato nero era vicino al 48 per cento. Il segreteria della Cgt argentina, la federazione del lavoro, Hugo Moyano, ha detto il 17 dicembre che la sua organizzazione non permetterà che la fine delle restrizioni valutarie vada a diminuire il potere d’acquisto dei lavoratori.