Aumenta il costo della vita in Argentina

110

ARGENTINA – Buenos Aires 02/05/20216. Il Primo Maggio si è svolto prima in Argentina.

I maggiori sindacati dell’Argentina hanno infatti manifestato il 28 aprile per protestare contro un’ondata di licenziamenti e un forte aumento dei tassi di interesse e dei prezzi dei beni di uso quotidiano. La protesta era contro il governo conservatore del presidente Mauricio Macri, che ha aumentato le ritenute fiscali sui lavoratori e pensionati, senza discuterne in Parlamento. La protesta è stata un momento di unità per il lavoro organizzato in Argentina, poiché vi hanno aderito, riporta Laht, tutte e tre le anime del Cgt ed entrambe quelle del più piccolo Cta. I lavoratori non possono andare avanti quando vengono pagati al livello dello scorso anno, mentre il costo dei beni di prima necessità è salito di oltre il 60 per cento, lamentano i sindacati.
Inoltre circa 120mila posti di lavoro sia nel settore pubblico che privato sono stati eliminati da quando Macrì è entrato in carica, secondo i dati ufficiali argentini.