“Andate e combattete i Russi”

2

ARABIA SAUDITA – Riad 05/09/2015. Cinquantadue accademici e religiosi sauditi hanno invitato i fedeli a andare in Siria per combattere le forze russe.

Gli studiosi, alcuni membri dell’Unione internazionale degli studiosi musulmani, riporta Al Arabiya, hanno invitato «tutti coloro che sono in grado, e al di fuori dell’Arabia Saudita, di rispondere alle chiamate della jihad a combattere contro le forze russe,», ripetendo quanto accaduto durante la guerra afghana-sovietica. La dichiarazione esorta i combattenti dell’opposizione siriana a “unificare il loro fronte” e ha chiesto alle persone con capacità e competenze per combattere di rimanere in Siria e di non partire. La dichiarazione è stata pubblicata dopo che la sicurezza del paese ha fatto irruzione in una casa in una zona residenziale di Riad, dove si producevano bombe e cinture esplosive; e dopo che le autorità hanno trovato cellule dello Stato islamico composte da militanti che rientravano nel regno saudita dopo essere stati nel Califfato. Un decreto saudita del marzo 2014 proibiva ai sudditi del regno di fare attività di ogni genere in favore dello Stato Islamico, di Jabhat al Nusra, la Fratellanza musulmana, Hezbollah, gli Houthi, Aqip. L’Unione internazionale degli studiosi musulmani ha rilasciato una simile dichiarazione chiedendo «il sostegno dei combattimenti in Siria sia fornendo sostegno finanziario e qualsiasi altro strumento di aiuto, ognuno secondo le sue capacità perché il sostegno alla jihad può essere fornito anche con denaro e preghiere».