ARABIA SAUDITA. Riad non ha bisogno di basi turche

83

Le relazioni Arabia Saudita e Turchia stanno peggiorando per la crisi che vede contrapposte Ria de Doha appoggiata da Ankara. Come si ricorderà, la Turchia ha inviato truppe nel paese del Golfo. L’Arabia Saudita, il Bahrein, l’Egitto e gli Emirati Arabi hanno interrotto i legami con il Qatar il 5 giugno, accusando ufficialmente Doha di sostenere il terrorismo e destabilizzare la regione, due  accuse che il Qatar ha smentito.

La Turchia si era dichiarata inizialmente neutrale nella controversia, per poi passare ad appoggiare Doha. Il 7 giugno scorso il parlamento turco ha approvato l’invio di truppe in una base militare turca in Qatar. L’Arabia Saudita si è detta preoccupata del sostegno dato dal Qatar al movimento della Fratellanza musulmana, che il presidente turco Recep Tayyip Erdogan ha promosso da lungo tempo.

Il ministro degli Esteri turco Mevlut Cavusoglu è arrivato il 17 giugno in Arabia Saudita nel tentativo di allentare la crisi diplomatica nella regione del Golfo Persico, ma la visita ha ulteriormente mostrato le differenze di posizioni tra Ankara e Riad. Mentre Cavusoglu stava tenendo un incontro con il re Salman (nella foto) alla Mecca, le autorità saudite hanno arrestato i giornalisti del canale turco Trt World che stavano coprendo la visita, riporta Press Tv.

Il quotidiano Hurriyet ha detto che il corrispondente Hasan Abdullah e il cameraman Nihat Yayman sono stati liberati dopo essere stati trattenuti per circa 10 ore dopo che Cavusoglu è intervenuto personalmente con il re saudita. Il 18 giugno, l’Arabia Saudita ha dichiarato che una base militare turca non sarebbe stata accettata sul suolo del regno saudita dopo che Ankara si era offerta di costruire una simile struttura. «L’Arabia Saudita non può permettere alla Turchia di stabilire basi militari nei suoi territori», riporta una dichiarazione rilasciata dall’agenzia di stampa saudita, Spa. Nella dichiarazione si legge che l’Arabia Saudita «non ha bisogno di simile cosa».

La dichiarazione è stata una risposta ad Erdogan che aveva annunciato di aver offerto di costruire una base in Arabia Saudita «con la stessa idea» della base militare turca in Qatar; Erdogan aveva detto che il re Salman aveva accettato di considerare l’offerta.

Molti sauditi hanno annullato le visite programmate in Turchia per le vacanze di Eid al-Fitr, la prossima settimana. Nel 2016, circa 250 mila sauditi visitarono la Turchia; sui social è apparso un hashtag arabo, su Twitter, che invitava i cittadini sauditi a sospendere i rapporti con Ankara. Il peggioramento delle relazioni tra Turchia e Arabia Saudita rappresenta un grave colpo per la creazione di una nuova alleanza in cui si sperava dopo la visita di Re Salman ad Ankara nell’aprile 2917, successiva alla visita di Erdogan a Riad a dicembre 2016.

Nella prospettiva saudita, questi viaggi sono diretti alla creazione di un’alleanza militare simile alla Nato.

Luigi Medici