ARABIA SAUDITA. Dipendenze indo-saudite

46

In tempi di COVID 19, l’Arabia Saudita sta guardando l’India come un partner dipendente per la sua sicurezza alimentare allo stesso modo in cui l’India dipende dal Regno saudita per soddisfare la sua domanda di petrolio greggio e GPL. A parlarne Gulf News che ha raccolto le dichiarazioni dell’ambasciatore indiano in Arabia Saudita, Dr Ausaf Saeed.

Per il Regno Saudita l’India è la migliore destinazione per ottenere riso, carne rossa, zucchero, spezie e latte in polvere per bambini.

Non solo secondo l’ambasciatore nonostante il calo della domanda di carburante in India a causa del blocco di Covid-19, non vi è stato alcun declino delle importazioni di petrolio greggio del paese dall’Arabia Saudita.

Sembra che a marzo il primo Ministro indiano ha tenuto una videoconferenza con il Principe ereditario saudita durante il quale i due paesi hanno deciso che nell’ambito del G20 lavoreranno insieme in tutti gli aspetti, compresa la ricerca sulla lotta alle pandemie come Covid, l’assistenza sanitaria e l’innovazione tecnologica.

L’Arabia Saudita importa il 75% del riso basmati consumato dall’India. La Saudi Agricultural & Livestock Investment Company (SALIC), di proprietà del Fondo per gli investimenti pubblici, sta acquisendo quote nelle società di esportatori indiani, per assicurarsi prodotti agricoli in caso di situazioni di emergenza. SALIC ha recentemente investito $17 milioni per acquistare quote di alimenti LT, che possiede il marchio di riso “Daawat” ed è anche in discussione con Allana Foods. SALIC sta inoltre lavorando per investire in magazzini nelle ZES, per garantire una fornitura “senza soluzione di continuità” senza problemi.

Il settore in cui entrambi i paesi vogliono investire è quello farmaceutico. L’India ha promesso che andrà in Arabia Saudita e porterà idrossiclorochina e paracetamolo di cui il Regno ha bisogno per affrontare la Pandemia. 

Ci sono enormi opportunità anche nel settore automobilistico. Molti veicoli importati in Arabia Saudita da marchi internazionali provengono dagli stabilimenti di queste società in India. Inoltre, società indiane automobilistiche hanno una presenza attiva nel Regno. I clienti sauditi avevano effettuato ordini per circa 400 unità di camion e pickup dagli indiani all’inizio dell’anno.

L’Arabia Saudita è il quarto maggiore partner commerciale dell’India. Il commercio bilaterale totale è di $ 34 miliardi. Secondo i dati sauditi per il 2019, c’è stato un aumento del 15% delle esportazioni dell’India nel Regno, che è un aumento di $ 800 milioni.

Tommaso dal Passo