ARABIA SAUDITA. Apre la prima filiale della banca commerciale iracheno-saudita

53

Una numerosa delegazione irachena, con dipartimenti governativi e rappresentanti del settore privato, è arrivata in Arabia Saudita per partecipare a una serie di eventi, colloqui e cerimonie di apertura per cementare i legami tra le due nazioni. Il primo ministro iracheno Adel Abdul Mahdi è stato accolto dal re Salman e dal principe ereditario Mohammed bin Salman e ha avuto colloqui ad alto livello con entrambi su diversi temi, dalla cooperazione bilaterale in difesa ai progetti di investimento condiviso, riporta Arab News.

La visita ha visto anche importanti sviluppi nelle relazioni finanziarie tra i due stati, in quanto la Trade Bank of Iraq, Tbi, è diventata la prima banca irachena ad aprire una filiale in Arabia Saudita dopo la presentazione della sua prima sede estera a Riyadh il 18 aprile. 

La banca è stata costituita poco dopo l’invasione dell’Iraq nel 2003 dalla coalizione guidata dagli Stati Uniti, le cui autorità provvisorie l’hanno utilizzata per facilitare la stagnazione del commercio e rilanciare l’economia dopo la conclusione delle ostilità iniziali e l’inizio dell’occupazione, insieme alla fine del Programma Petrolio in cambio di cibo dell’ONU del 1995. Circa l’80% della Tbi è controllato dal governo iracheno. La nostra filiale di Riyadh fornirà i fondi e l’assistenza per facilitare il commercio tra i due stati, e aumenterà il livello attuale, attualmente circa 500 milioni di dollari all’anno, fino a circa 4 miliardi di dollari entro il prossimo anno.

L’Arabia Saudita e l’Iraq hanno anche deciso  di cooperare in materia di sicurezza e di intelligence, secondo quanto ha detto il ministro degli Esteri iracheno Mohammed Ali Al-Hakim alla televisione Al Arabiya.

Il primo Ministro iracheno e la sua ampia delegazione è arrivato a Riyadh il 17 aprile per una visita di due giorni nel Regno. Ha avuto colloqui con il re Salman sulle relazioni tra i due paesi, e più tardi ha incontrato il principe ereditario Mohammed bin Salman.

Lucia Giannini