Nasce l’itinerario arabo – normanno di Sicilia

14

ITALIA – Palermo 04/07/2015. L’Unesco riconosce l’itinerario arabo – normanno di Sicilia.

Un progetto promosso dalla Fondazione Patrimonio Unesco Sicilia, dall’Assessorato Regionale dei Beni Culturali e dell’Identità siciliana, con i contributi della Fondazione di Sicilia e dei Comuni di Palermo, Cefalù e Monreale; degli arcivescovati delle diocesi di Palermo, Cefalù, Monreale e dell’Eparchia di Piana degli Albanesi, l’itinerario arabo-normanno, ha avuto il riconoscimento Unesco. Dal Palazzo Reale di Palermo, monumento principe per la manifestazione della ricchezza e del potere politico e culturale del regno normanno, al Duomo di Monreale, che al suo interno custodisce la più vasta decorazione a mosaico dell’intera produzione del bacino Mediterraneo; dalla chiesa di Santa Maria dell’Ammiraglio, simbolo della purezza del genio bizantino ortodosso, adorna di mosaici bizantini tra i più stupefacenti nel panorama della produzione di epoca comnena, al Palazzo della Zisa, che con le sue peculiarità costruttive e le sue forme cristalline rifrange le luci dell’architettura Ifriqena. Nel centro, come ago di bilancia, splende la Cappella Palatina il più sorprendente gioiello religioso sognato dal pensiero umano ed eseguito da mani di artista (Guy de Maupassant). In questo sito seriale risulta impensabile trascurare il Duomo di Cefalù, custode di mosaici che studiosi di arte bizantina.
In sintesi, l’elenco dei monumenti facenti parte dell’itinerario:

1. PALAZZO REALE E CAPPELLA PALATINA
2. CHIESA DI SAN GIOVANNI DEGLI EREMITI
3. CHIESA DI SANTA MARIA DELL’AMMIRAGLIO (CHIESA DELLA MARTORANA)
4. CHIESA DI SAN CATALDO
5. CATTEDRALE DI PALERMO
6. PALAZZO DELLA ZISA
7. PONTE DELL’AMMIRAGLIO
8. LA CATTEDRALE DI CEFALÙ
9. LA CATTEDRALE DI MONREALE