Aquile contro i droni

23

di Redazione ITALIA – Roma, 30/09/2016. Un account Telegram riconducibile alle unità Osint dello Stato Islamico, riporta e commenta un servizio uscito sull’inglese The Guardian. «La polizia dei Paesi Bassi riferisce del successo nella lotta contro droni dell’utilizzo di aquile addestrate».

I rapaci li neutralizzano in modo sicuro per sé e per i passanti. In questa maniera verrebbe risolto il problema di contrastare i voli Uav illegali che possono interferire con gli aereo o costituire una minaccia per la popolazione. «L’esperimento è iniziato alla fine del 2015 e a settembre 2016 la polizia è pienamente soddisfatta. Le aquile hanno imparato presto a considerare i droni come prede, e di tenersi a distanza di sicurezza», riporta il post, «La polizia dei Paesi Bassi intende servirsi di questo antico strumento di cacci in collaborazione con la società “Protezione dal cielo”, che ha contribuito a condurre un esperimento per formare 100 falconieri e ha istituito una squadra speciale per la lotta contro droni utilizzando appunto le aquile».