Il GovtOS di San Bernardino

45

STATI UNITI D’AMERICA – Washington 23/03/2016. La corte che avrebbe dovuto sentire la Apple sul caso di San Bernardino e sul suo rifiuto di collaborare il 22 marzo ha rinviato l’udienza agli inizi di aprile su richiesta del Fbi.

Il Fbi avrebbe infatti trovato modo, tramite una terza parte di craccare il telefono del terrorista di San Bernardino, Syed Farook. Il governo ha fino al 5 aprile per determinare se vuole continuare nell’azione legale. Apple ha detto che non considera lo sviluppo una sua vittoria legale affermando che potrebbe essere di nuovo nella stessa situazione in due settimane. La possibile soluzione del governo solleva altre domande: se gli investigatori trovassero un modo per introdursi nel dispositivo senza l’aiuto di Apple, sono obbligati a far vedere a Apple la falla nella sicurezza? Gli avvocati di Apple hanno detto che avrebbero chiesto al governo di esserne messi a parte.
Da canto suo il dipartimento di Giustizia ha detto che ci potrebbe avere un modo diverso di entrare nel dispositivo, qualcosa che i crittografi, i maggiori esperti di sicurezza dei dati hanno definito “GovtOS”.