Thailandia: le apps della rivoluzione

95

THAILANDIA – Bangkok. 14/12/13. Per anni i manifestanti in Thailandia hanno usato i social media per organizzare i raduni. Ora stanno si utilizzano gli smartphone per fare rumore.

Sono state create delle Apps che permettono ai cellulari di aiutare i manifestanti eseguire il noisemaking, acuto o rauco anche se in piazza ci sono solo una manciata di manifestanti tailandesi. Più di 70.000 persone hanno scaricato un’applicazione che riproduce il suono di un fischio contro il primo ministro Yingluck Shinawatra. La nuova app si chiama “il simbolo della Nok Weed, termine tailandese che sta per fischio, e permette agli utenti di scegliere il colore del loro fischio, regolare il volume e basta toccare lo schermo per farlo suonare. Secondo il suo creatore , l’ app «non fa molto e non è molto utile» , ma ha sostenuto il primo posto su Google Play list trend Store il mese scorso a pochi giorni dal suo debutto il 4 novembre. La Maggior parte dei download per il Thai – lingua app erano in Thailandia, ma 1,2 per cento sono venuti dall’Egitto, un altro paese pieno di turbolenze politiche. La popolarità della app è coincida con i comizi che sono iniziati sei settimane fa, attirando migliaia di smartphone di Bangkok hanno portato in piazza le classi medio-alte in un paese che è uno dei maggiori utilizzatori al mondo di social media. Lo Sviluppatore di Nok Weed, Narit Nakphong, ha pensato che ci potesse essere un nuovo mercato non sfruttato dopo che i manifestanti erano scesi in piazza il 31 ottobre.

«Ho avuto l’idea guardando i manifestanti fischiare. Lo hanno fatto talmente tanto che alla fine i fischietti sono esplosi e le persone si sono stancate. Così ho creato l’app», ha detto Narit, uno sviluppatore indipendente che dice che sta lavorando su un aggiornamento per affrontare una critica mossa da una parte degli utenti. «Le maggiori critiche degli utenti è che il volume è troppo basso. Voglio renderlo il più forte possibile senza rompere gli altoparlanti dei cellulari». I manifestanti dicono di essere stufi del predominio della famiglia Shinawatra sulla politica thailandese. Sostengono che Yingluck è un mandante del miliardario fratello, l’ex primo ministro Thaksin Shinawatra, che fu deposto con un golpe del 2006 dopo essere stato accusato di corruzione e per aver usato il suo potere per arricchire la sua famiglia. Thaksin ha lasciato il paese nel 2008 per evitare il carcere per una condanna di corruzione e ora vive per lo più a Dubai. Tuttavia, l’avatar di Thaksin è emerso in un gioco iPhone chiamato “Lotta Thai”. Il gioco consente agli utenti di scegliere Thaksin o Yingluck contro uno dei 28 avversari, tra cui celebrità thailandesi o di altri politici come il leader dell’opposizione Abhisit Vejjajiva il cui Partito Democratico sta sostenendo le proteste. «Ognuno è stressato di politica. Volevo bilanciare lo stress con l’umorismo», ha detto Supasheep Srijumnong, di 30 anni, il creatore del gioco . «Io non voglio che sia colpito l’altro. Ma se i politici si gettano addosso le cose a vicenda questo è divertente . ”

Ogni personaggio ha la sua stessa arma: La benestante Thaksin colpisce con una pallina da golf gli avversari, Yingluck – il cui soprannome d’infanzia è “Crab ” – getta granchi al suo nemico Abhisit – un ventilatore al Premier League inglese – lancia palloni da calcio. Gli showdown avvengono basandosi su punti di riferimento locali, compreso l’interno di un anello di Muay Thai o sulla pista dell’aeroporto internazionale di Bangkok. Il gioco ha debuttato 19 novembre e quattro giorni dopo ha raggiunto imprimo posto della Thai iOS App Store. E ‘rimasto lì per circa una settimana, che ha coinciso con una delle più grandi manifestazioni anti-governative degli ultimi anni, disegnando oltre 100.000 persone in una marcia attraverso Bangkok. Attualmente la lotta thailandese ha oltre 80.000 download, e il suo sviluppatore sta lavorando su una versione per iPad e un sequel, lotta thailandese 2. Nessuna delle nuove versioni affronterà la lamentela principale che ottiene da parte degli utenti. Più violenza nel gioco.