Api a rischio estinzione

16

STATI UNITI D’AMERICA – New York 28/02/2016. Molte specie di api selvatiche, farfalle e altri insetti che impollinano le piante si stanno riducendo a tal punto da rischiare l’estinzione, e il mondo ha bisogno di fare qualcosa al riguardo prima del nostro approvvigionamento alimentare ne soffra.

Il grido di allarme è stato lanciato da un nuovo studio delle Nazioni Unite. Circa 20.000 specie di impollinatori sono la chiave per coltivare frutta, verdura e colture. Eppure, due su cinque specie di impollinatori invertebrati, come api e farfalle, si stanno estinguendo, si legge nello studio; mentre gli impollinatori come colibrì e pipistrelli vanno leggermente meglio, con 1 su 6 specie in via di estinzione. Tra i colpevoli, l’omologazione dell’allevamento per cui non c’è abbastanza biodiversità; l’uso di pesticidi; la perdita di habitat naturali per l’espansione delle città; malattie, parassiti; e il riscaldamento globale. Lo studio è il risultato di più di due anni di lavoro da parte degli scienziati di tutto il mondo che si sono riuniti in diverse agenzie Onu per una valutazione della biodiversità della Terra, a partire dagli impollinatori.