Antiterrorismo kazako: i dati

70

di Antonio Albanese KAZAKHSTAN – Astana 26/09/2016. Nove attentati scongiurati e ventisei estremisti arrestati nel 2016. Questi i dati del Comitato per la sicurezza del Kazakhstan.

Secondo il vice presidente del Comitato, Nurgali Bilisbekov, sessantaquattro azioni terroristiche sono state evitate in Kazakhstan dal 2011, riporta Interfax: «Sessantaquattro azioni estremiste violente sono state bloccate nella fase iniziale dei preparativi a partire dal 2011, tra questi i nove casi accaduti a partire dall’inizio di quest’anno», ha detto ad Astana Bilisbekov durante una tavola rotonda tesa a indicare misure legislative e istituzionali per prevenire l’estremismo e il terrorismo che il paese sta vivendo.

«Si trattava di attacchi terroristici contro sedi istituzionali, e contro strutture e personale delle forze dell’ordine e delle agenzie statali», ha detto Bilisbekov.

Quarantacinque cittadini kazaki sono stati arrestati e poi estradato nel paese direttamente dai campi di addestramento di organizzazioni terroristiche internazionali e 33 di loro sono tornati in Kazakistan da soli, ha poi detto. Di queste 45 persone, 33 sono stati perseguiti per il loro coinvolgimento in attività terroristiche.

Negli ultimi 5 anni, 445 persone sono state condannate per accuse legate al terrorismo, di cui 25 a partire dall’inizio del 2016, ha detto Bilisbekov. Circa 50 persone accusate di simili crimini sono attualmente detenute.