Incremento nel turismo antartico

45

STATI UNITI d’AMERICA – Newport 30/04/2014. Secondo i nuovi dati rilasciati il 28 aprile dall’International Association of Antarctica Tour Operators (Iaato), si stima che 36.545 turisti Iaato saranno in Antartide nella stagione 2014-2015.

Il dato è stato fornito al XXXVII Antarctic Treaty Consultative Meeting (Atcm) di Brasilia, cui la Iaato partecipa come esperto.
La cifra rispecchia il trend evidenziato dalle presenze dell’anno precedente, stagione 2009-2010, il numero totale dei visitatori è rimasto invariato tra i 34.000 e i 37.000, tranne che per quella 2011-12, quando si è scesi a 26.500 principalmente a causa del divieto di trasporto di olio combustibile pesante per le navi nelle acque antartiche.
Come per le stagioni precedenti, la maggior parte (71%) dei turisti continuerà a viaggiare per la Penisola Antartica a bordo di navi che trasportano meno di 500 passeggeri e che offrono gli sbarchi a terra. Le crociere con navi che trasportano più di 500 passeggeri e che non potranno fare sbarchi diretti a terra, dovrebbero arrivare al 27% dei visitatori. Il turismo interno che prevede voli verso l’Antartico dovrebbe arrivare a circa l’1% del totale.
I dati definitivi per la stagione 2013-14, conclusasi ad aprile, verranno rilasciati nel mese di giugno. Stando alle relazioni preliminari non ci dovrebbero essere variazioni significative da quella 2012-2013; arrivando quindi a 34.316 presenze.
La stragrande maggioranza dei viaggi turistici antartici durante la stagione estiva australe di cinque mesi (da novembre a marzo), partono da Ushuaia o, in misura minore, da altri porti del Trattato Antartico.