Scontri separatisti in Angola

15

ANGOLA – Luanda 03/08/2016. Due ribelli e 17 soldati angolani sono stati uccisi in due incidenti nella provincia di Cabinda, area produttrice di petrolio, durante lo scorso fine settimana.

Lo ha rivendicato con un comunicato, il Fronte indipendentista per la Liberazione dell’Enclave di Cabinda (Flec). Le autorità del paese, attualmente il più grande produttore di petrolio dell’Africa, riporta Defence Web, non hanno commentato la notizia. Il 29 luglio, il governo, inoltre, non ha risposto alla rivendicazione sempre del Flec di aver ucciso nove soldati angolani. Nella regione i separatisti stano conducendo una guerriglia a bassa intensità da diversi decenni: gli ultimi scontri sono scoppiati il 30 e il 31 luglio, vicino al confine con la Repubblica Democratica del Congo. Il Flec vuole l’indipendenza per un territorio che ospita la metà della produzione di petrolio dell’Angola.