Migranti bloccati al largo della Andamane

72

MYANMAR – Yangon 01/06/2015. Più di 700 immigrati trovati a bordo di un barcone sovraffollato nel Mar delle Andamane sono ancora in mare aperto bloccati dalla marina militare del Myanmar, più di tre giorni dopo che il barcone è stato intercettato al largo delle coste del paese.

«Il governo sta verificando la loro identità, chiedendo cosa vogliono fare e dove vogliono andare» ha detto il portavoce del governo Ye Htut, riporta Channel News Asia, senza fornire ulteriori dettagli sulla posizione della barca. Il governo del Myanmar inizialmente li ha definiti i “migranti bengalesi”, un termine usato per riferirsi sia ai bengalesi che ai musulmani Rohingya, minoranza che il governo di questo paese si rifiuta di chiamare per nome. 

Giornalisti della Reuters e di altri media stranieri sono stati arrestati e rimandati a terra pere essersi avvicinati al barcone il 31 maggio. L’Unhcr sta ancora aspettando ulteriori informazioni sui i migranti, ha detto in un comunicato.