Anche Temer sotto indagine

24

di Tommaso Dal Passo BRASILE – Brasilia 27/09/2016. La Corte Suprema del Brasile ha dato il via ad una indagine sul finanziamento della campagna di Temer.

La Corte ha autorizzato un’indagine preliminare sulle accuse mosse dall’ex capo della Transpetro, Sergio Machado, secondo cui il presidente Michel Temer ha ricevuto illegalmente denaro durante la campagna del 2012. Machado, che si è assicurato un patteggiamento dopo essere stato implicato nello scandalo Lava Jato, ha detto in tribunale che Temer aveva chiesto donazioni a favore della campagna per il sindaco di San Paolo, Gabriel Chalita.

Transpetro è una filiale della compagnia petrolifera statale Petrobras al centro di una scandalo dai molti rami di inchiesta, riporta Mercopress. Ora il procuratore generale, Rodrigo Janot, dovrebbe determinare se aprire un caso e indagare formalmente il presidente e altri politici basandosi su risultati dell’indagine preliminare.

Temer ha negato ogni accusa, ma nella sua testimonianza, Machado ha detto che il contributo è stato fatto legalmente dalla società di ingegneria Queiroz Galvao, ma era il risultato di una tangente sui contratti con Petrobras.

Secondo il sito di notizie brasiliano G1, il patteggiamento di Machado prevede il rientro di circa 23 milioni di dollari nelle casse pubbliche e gli arresti domiciliari per tre anni. A Machado sarebbe stato permesso di ricevere visite solo da avvocati, professionisti medici, e 27 tra parenti stretti e amici.