Amnistia in cambio delle rapite di Chibok

9

FRANCIA – Parigi 16/09/2015. Il presidente nigeriano Muhammadu Buhari ha annunciato il 16 settembre l’intenzione di concedere l’amnistia ai terroristi di Boko Haram detenuti in carcere in cambio del rilascio delle quasi 200 studentesse delle scuole superiori rapite a Chibok nell’aprile 2014.

L’annuncio di Buhari, riprova Afrik.com, è stato fatto nel corso della sua visita in Francia: «Se i leader di Boko Haram si impegnano a renderci le ragazze di Chibok, potremmo decidere di concedere l’amnistia per i loro prigionieri». Muhammadu Buhari ha incontrato il suo omologo francese Francois Hollande per discutere proprio di Boko Haram.
«La Francia è pienamente solidale con la Nigeria nella lotta contro Boko Haram», ha detto François Hollande, durante la conferenza stampa indetta dopo il suo incontro con il presidente nigeriano. «La Francia fornisce tutta l’assistenza alla lotta contro Boko Haram in termini di informazioni, intelligence e formazione delle forze armate africane» ha aggiunto il presidente francese.
La decisione del capo dello Stato nigeriano arriva cinque giorni dopo l’attentato avvenuto in un campo per sfollati Malkohi a Yola nella Nigeria nord-orientale: si tratta di un episodio non ancora rivendicato da Boko Haram, ma la dinamica suggerisce che sia opera proprio del gruppo terroristico affiliato alo Stato Islamico.