Amici del fegato

129

di Graziella Giangiulio ITALIA – Roma. 08/01/2017. Il fegato è tra gli organi più impegnati a mantenere “pulito” il corpo. Fritti e i cibi troppo elaborati sono un vero veleno. E ancora a minacciare la buona funzionalità del fegato l’inquinamento e lo stress. Quando il fegato è troppo affaticato, non può elaborare tossine e i grassi in modo efficiente. Per fortuna in natura ci sono degli amici che possono aiutarlo e pulirlo naturalmente stimolando la sua naturale capacità di pulire i “rifiuti tossici” dal corpo. Il consiglio secondo gli esperti è di alimentarsi con questi cibi costantemente.
L’aglio per esempio anche in una piccola quantità ha la capacità di attivare gli enzimi epatici che aiutano il corpo a eliminare le tossine. L’aglio contiene anche elevate quantità di allicina e selenio, due composti naturali che aiutano nella pulizia del fegato. Un succo di pompelmo appena spremuto aiuterà la produzione degli enzimi di disintossicazione del fegato che aiutano a eliminare le sostanze cancerogene e altre tossine grazie all’elevata quantità di vitamina C e antiossidanti. E ancora limone e limes. Questi agrumi contengono quantità molto elevate di vitamina C, che aiutano il corpo a sintetizzare materiali tossici in sostanze che possono essere assorbite dall’acqua. Bere succo di limone o lime appena spremuto al mattino aiuta a stimolare il fegato. E ancora barbabietole e carote, entrambe sono estremamente ricche di flavonoidi e beta-carotene; mangiare le barbabietole e le carote può contribuire a stimolare e migliorare la funzione generale del fegato. Bere tè verde è un altra buona abitudine. Questa bevanda è ricca di antiossidanti vegetali noti come catechine, un composto che incrementa la funzionalità epatica. In genere le verdure a foglia verde sono alleati del fegato. I migliori risultati si ottengono con gli estratti. Le piante a foglie verdi mantengono alto il contenuto di clorofilla che con la loro spiccata capacità di neutralizzare i metalli pesanti, sostanze chimiche e pesticidi, proteggono il fegato. Tra queste la zucca, rucola, tarassaco, spinaci, senape, e la cicoria tutte da aggiungere alla dieta. Ciò contribuirà ad aumentare la creazione e il flusso della bile, sostanza che rimuove i rifiuti dagli organi e sangue. Anche la frutta esotica come l’avocado funge da pulitore del fegato. Produce glutatione, un composto che è necessario per il fegato per purificare tossine nocive. E ancora le mele che contengono pectina, che pulisce e rilascia tossine dal tratto digestivo. Olio di oliva e in generale gli oli biologici macinati a freddo come canapa e semi di lino sono ottimi amici per il fegato, se usati con moderazione. Essi aiutano il corpo fornendo una base lipidica che può risucchiare tossine dannose nel corpo. Cereali come quinoa, miglio, grano saraceno inseriti con regolarità nella dieta al posto di altri cereali ricchi di glutine. Molti studi hanno dimostrato che chi è sensibile al glutine ha i test sugli enzimi epatici anormali. Broccoli e cavolfiori aumenteranno la quantità di glucosinolati che aiutano la produzione di enzimi nel fegato. Questi enzimi naturali aiutano a scovare e eliminare sostanze cancerogene e altre tossine, fuori del nostro corpo. E ancora le noci. Perché contengono elevate quantità di arginina, aiutano il fegato nella disintossicazione ammoniaca. Le noci sono anche ricche di acidi glutatione e grassi omega-3, che supportano le normali azioni di pulizia del fegato. Assicurarsi di masticare il bene le noci (finché non vengono liquefatte) prima di deglutirle.