AMBIENTE. Le piccole isole stanno scomparendo

22

I piccoli stati insulari sono tra i paesi più colpiti dagli eventi meteorologici estremi in tutto il mondo. Alcuni paesi in via di sviluppo devono già affrontare regolarmente le catastrofi meteorologiche, in particolare i paesi più poveri come Haiti, Sri Lanka o Vietnam devono affrontare le sfide più grandi riporta GermanWatch. Questi sono alcuni dei principali risultati del Climate Risk Index presentato al vertice sul clima di Bonn.

Nel 2016, Haiti è stata colpita dall’uragano più forte degli ultimi 50 anni e le Figi sono state colpite dal ciclone tropicale più forte mai registrato sull’isola. In molti dei paesi colpiti da calamità naturali nell’ultimo anno, le precipitazioni piovose hanno fatto seguito a periodi di grave siccità. Nello Zimbabwe, ad esempio, le piogge hanno provocato gravi inondazioni che hanno ucciso 250 persone e lasciato migliaia di senzatetto.

Negli ultimi venti anni, dal 1997 al 2016, Honduras, Haiti e Myanmar hanno risentito maggiormente dell’impatto, secondo l’indice a lungo termine. In questo periodo, oltre 520 mila vittime in tutto il mondo sono state direttamente causate da più di 11.000 eventi meteorologici estremi. I danni economici ammontano a circa 3,16 trilioni di dollari.

La vulnerabilità dei paesi più poveri diventa visibile nell’indice a lungo termine: nove dei dieci paesi più colpiti tra il 1997 e il 2016 sono paesi in via di sviluppo con un reddito medio o medio basso pro capite. Non mancano dall’elenco anche le nazioni industrializzate: ad esempio, gli Stati Uniti si collocano al decimo posto nell’indice 2016, con 267 morti e 47,7 miliardi di dollari di danni causati da condizioni meteorologiche estreme.

Alcuni paesi, come Haiti, India, Sri Lanka e Vietnam, sono ripetutamente colpiti da condizioni meteorologiche estreme e non hanno il tempo di riprendersi completamente. Soprattutto negli stati più piccoli, le conseguenze sono difficilmente sopportabili. L’Indice sottolinea l’importanza di sostenere i paesi poveri nell’adattamento ai cambiamenti climatici e nel far fronte alle perdite e ai danni causati dal clima.

Lucia Giannini