Islanda, abolito il ministero dell’ambiente

83

ISLANDA – Reykjavik 22/5/13. Ventata di rinnovamento politica in Islanda con annesse polemiche. Il Partito Progressista e il partito di indipendenza hanno formato un nuovo governo in Islanda.

Il primo atto ufficiale per l’abbattimento dei costi della politica è la fusione tra: ministero dell’agricoltura e della pesca e il ministero per l’ambiente in un unico ministero. I critici dicono sostengono che questo è un duro colpo perché di fatto viene abolito il ministero per l’ambiente. Mr. Illugi Jökulsson, giornalista, ex membro del Consiglio costituzionale, popolare blogger, ha scritto sulla questione. Ha scritto:

«Le questioni ambientali saranno molto importanti nell’immediato futuro – e in effetti lo sono già. Ma il Partito progressista ha deciso sulle questioni ambientali in un cassetto al ministero dell’agricoltura e della pesca. Non è un buon inizio di Governo. No, è un inizio terribile. Ma sicuramente questo deve essere una specie di scherzo? Non credo che questo possa ancora accadere nel 2013».