Aumenta la deforestazione amazzonica

3

BRASILE – San Paolo 28/11/2015. La deforestazione nella regione amazzonica del Brasile è aumentata del sedici per cento nei periodo luglio 2014 – luglio 2015, rispetto ai dodici mesi precedenti, secondo i dati del ministero dell’Ambiente brasiliano.

I risultati hanno sorpreso i funzionari del governo, riporta Rio Times. «È una sorpresa l’incremento della deforestazione un fatto che contraddice tutto quello per cui abbiamo lavorato», ha detto il ministro dell’Ambiente, Izabella Teixeira. Secondo i dati del governo più di 5.831 chilometri quadrati di foresta sono stati distrutti durante il periodo esaminato.
Teixeira ha detto che il governo federale ha investito più di 220 milioni di real e il monitoraggio del territorio è aumentato del trenta per cento durante l’anno scorso. «Questo aumento non è in linea con le risorse che abbiamo messo a disposizione per questi stati», ha detto Teixeira nel corso di una conferenza stampa per annunciare i risultati.
Lo stato di Amazonas ha registrato il picco della deforestazione, con un incremento del 54 per cento rispetto all’anno precedente, seguita da Rondonia e Mato Grosso. La deforestazione negli stati di Parà e Tocantins è rimasta stabile, mentre riduzioni sono state registrate in Acre, Amapa, Maranhão e Roraima.
Un’analisi preliminare del governo mostra che la crescita della deforestazione è legata all’espansione della pastorizia e dell’agricoltura in queste aree. I dati satellitari mostrano che la deforestazione è manifesta soprattutto nelle zone circostanti il territorio indigeno protetto dalla legge.
Nonostante l’aumento del tasso di deforestazione questo periodo è il terzo più basso mai registrato da Prodes, il sistema del governo che monitora l’Amazzonia via satellite a partire dal 1998.