Alzati i prelievi per matrimoni e agricoltori

41

di Tommaso dal Passo INDIA – Nuova Delhi 20/11/2016. L’India ha alzato il limite di prelievo per matrimoni e agricoltori fino a 250mila rupie, nel bel mezzo della crisi di demonetizzazione che ha colpito il paese.

Il segretario di stato per gli Affari Economici Shaktikanta Das ha detto che possono essere ritirati in contanti fino a 250mila rupie per le spese di un matrimonio, durante l’attuale stagione dei matrimoni.

La stagione dei matrimoni in India va da novembre a marzo; a causa dell’annuncio della scorsa settimana, che bloccava i prelievi a 24mila rupie alla settimana, il settore era sto colpito duramente. Stando a quanto riporta Efe, diverse aziende del settore avevano denunciato una perdita del 90 per cento nelle attività.

L’amministrazione Modi ha annunciato, poi, anche misure per il settore agricolo, che impiega il 49 per cento del totale della forza lavoro indiana, consentendo agli agricoltori di ritirare fino a 25000 rupie a settimana per comprare semi, fertilizzanti e altri materiali.

Inoltre, anche i grossisti alimentari potranno ritirare fino a 50000 rupie ogni settimana per coprire il costo del lavoro.

Difficoltà invece peri singoli consumatori, in quanto il valore limite di scambio delle vecchie banconote presso le banche è stato portato al ribasso a 2000 rupie al giorno per persona, a differenza delle precedenti 4500.