ALBANIA.Tirana invia medici in Italia per combattere Covid19

152

L’Albania, uno dei Paesi più poveri d’Europa, il 28 marzo scorso ha inviato un’équipe di medici e infermieri nella vicina Italia per aiutarla ad affrontare la pandemia di coronavirus, poiché i suoi casi non hanno ancora messo a dura prova il settore sanitario.

Il governo del primo ministro Edi Rama ha assegnato 11 milioni di leke (95.000 dollari) per pagare il team di 30 medici, che si sono offerti volontari, per lavorare per un mese nella zona di Bergamo, ha detto la gazzetta ufficiale, riporta Reuters.

L’Ambasciata d’Italia a Tirana ha confermato che l’aereo è partito a metà pomeriggio con l’equipe medica, aggiungendo in un messaggio Twitter: «Grazie al governo albanese per questo atto di solidarietà e di affetto! #persempreuniti».

L’Albania ha 197 casi di malattia, con 10 decessi. L’Italia ha più di 86.000 casi, e il suo bilancio di oltre 9.000 decessi è il più alto del mondo. Bergamo è la zona più colpita.

L’Italia ha aiutato l’Albania da quando ha affrontato una serie di crisi dopo il rovesciamento del comunismo alla fine degli anni ’80, tra cui il rischio di carestia all’inizio degli anni ’90 e l’anarchia nel 1997. Tirana vede l’aiuto medico come un’opportunità per ripagare i favori, per quanto piccolo sia il suo contributo.

Circa 400.000 albanesi vivono e lavorano in Italia, inviando denaro alle loro famiglie e investendo i risparmi e le competenze acquisite per costruire un’attività commerciale in patria.

L’Albania ha visto la pressione sul sistema sanitario italiano più avanzato come un severo avvertimento, e ha imposto ai suoi cittadini restrizioni sempre più severe sui contatti sociali.

Il primo ministro Edi Rama ha detto che dall’entrata in vigore della legge e fino ad oggi sono stati puniti 146 gestori di bar per non aver rispettato l’ordine e chiuso i caffè.

Il primo Ministro ha condiviso sui social media il caso di una donna che ha ripetuto la sua violazione e non ha chiuso il suo caffè di Tirana. Le autorità hanno quindi sospeso la sua attività per 6 mesi.

Qualche giorno prima era stata punita con una multa di 100.000 lekë e ora la sua attività è stata chiusa, riporta Ata.

Maddalena Ingroia