Chi hanno arrestato le forze armate libanesi?

62

ITALIA – Roma 03/12/2014. Chi hanno arrestato le forze armate libanesi?

La moglie o la cognata del califfo dello Stato islamico, Abu Bakr al-Baghdadi? Su dove è stata arrestata e sulla sua presenza nel paese, ci sono informazioni contrastanti. Secondo alcune fonti, è stata arrestata presso il confine siriano con documenti falsi, secondo altre fonti, l’arresto è avvenuto nel nord del Libano. Quello che è certo è che una donna è stata arrestata insieme alla figlia di otto anni dall’esercito libanese durante il passaggio in Libano con passaporti falsi. Il quotidiano libanese As-Safir afferma che l’arrestata sia Saja al-Dulaimi e che è attualmente in arresto nel palazzo del ministero della Difesa libanese. Il canale televisivo libanese Lbc ha detto che la moglie di al-Baghdadi era tra le 150 donne scambiate con 12 suore rapite il 10 marzo dagli estremisti a Damasco. Saja al-Dulaimi è considerata molto importante per Al-Baghdadi, riporta il canale tv. Molti commentatori politici libanesi ritengono che l’arresto della moglie del “califfo” interesserà seriamente le tattiche dello Stato Islamico. Secondo azzatiq.org, le autorità irachene hanno negato le dichiarazioni delle forze armate libanesi sull’arresto di Asma al-Dulaimi. Come indicato dal ministero degli Affari Interni iracheno, le due mogli di al-Baghdadi (nella foto) si chiamano chiamati Asma al-Dulaimi, e Qais al-Israa, mentre in Libano è stata arrestata Sajid al-Dulaimi. I rappresentanti dell’esercito libanese hanno detto che le dichiarazioni irachene «non li riguardano». Tuttavia, data la sua ideologia e tattica, si può dire che il suo arresto non avrà un grave impatto sull’organizzazione. È difficile che Saja al-Dulaimi sia in grado di fornire informazioni sul funzionamento dello Stato islamico, ma le sue rivelazioni sono comunque considerate importanti. Il suo arresto offrirebbe alla comunità di intelligence un’eccellente opportunità di ottenere informazioni personali su al-Baghdadi.