Al via nuovi colloqui per la Libia

49

MAROCCO – Rabat 03/03/2015. Dopo la cancellazione di una incontro la settimana scorsa, un nuovo ciclo di meeting tra i due parlamenti libici rivali dovrebbe tenersi o partire dal 5 marzo in Marocco riporta Jeune Afrique.

Un accordo è stato infatti trovato con il capo della missione Omu in Libia, Bernardino Leon, per la ripresa del dialogo; l’annuncio è stato fatto il 2 marzo al termine di una riunione congiunta a Tripoli da Salah al-Makhzoum, vice presidente del Cgn, vicino al gruppo islamista Fajr Libia, che controlla la capitale.
L’incontro era originariamente prevista la settimana scorsa, ma è stato annullato in seguito alla decisione del parlamento di Tobruk di sospendere la sua partecipazione. Dopo qualche esitazione, lo stesso parlamento ha votato il 3 marzo di ripredere la sua partecipazione successivamente ad un incontro tra i parlamentari e Leon. Beira, che presiede la delegazione del Parlamento al dialogo, non ha dato alcuna spiegazione dei motivi della sospensione e della ripresa dei colloqui.
La ripresa dei negoziati coincide anche con la nomina del generale Khalifa Belqasim Haftar a capo dell’esercito fedele al Parlamento riconosciuto e che il 2 marzo ha lanciato attacchi aerei contro l’aeroporto Miitiga, l’unico servizio a Tripoli, causando vittime, secondo l’aeroporto e fonti militari. Questi attacchi rischiano di diminuire le possibilità di raggiungere un accordo durante i colloqui di giovedì.