Al Libi fa lo sciopero della fame

47

USA – New York 22/10/2013. «La salute di Abu Anas al-Libi è deteriorata a causa di uno sciopero della fame (…) Il suo stato di salute è diventato più serio» ha detto Abdullah al- Raghie, figlio di Nazih Abdul Hamed al-Raghie alias Abu Anas al-Libi.

Riporta morocconewsworld che al-Raghie junior ha poi detto che il padre è affetto da epatite C, aggiungendo che le autorità libiche, che hanno protestato con gli Stati Uniti per il rapimento da Tripoli il 5 ottobre, si erano impegnate a fornirgli una squadra di difensori. Il 15 ottobre  alla prima udienza, al-Libi, 49 anni, si è dichiarato non colpevole  per accuse di cospirazione per gli attentati del 1998 contro le ambasciate americane in Africa orientale in cui rimasero uccise 244 persone; per l’accusa, invece, è un pericolo pubblico con alta probabilità di fuggire e che quindi va tenuto in carcere. Prima del suo arrivo a New York , al-Libi è stato interrogato sulla Uss San Antonio, nave anfibia americana da trasporto nel Mediterraneo. Si è saputo che il suo interrogatorio è stato interrotto dopo che ha iniziato a rifiutare cibo e acqua dopo l’arrivo a bordo. La prossima udienza è prevista per il 22 ottobre.